Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 19.46 del 12 Novembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Mancano 16 giorni alle urne: le ultime dai candidati

Gli aggiornamenti da: Tutto per Massa, Massa Città d'Europa, Area 2018, Francesco Persiani, Punto Zero

MASSA AL VOTO
Mancano 16 giorni alle urne: le ultime dai candidati
Massa - "TUTTO PER MASSA":
Un appuntamento importante quello di questa sera, venerdì 25, per Francesco Mangaracina, leader della lista "Tutto per Massa". Alle 21,30, presso Villa Cuturi di Marina di Massa, si terrà un'incontro con il consigliere comunale di Lucca Fabio Barsanti, il consigliere comunale di Grosseto Gino Tornusciolo, il consigliere comunale del X municipio di Roma Luca Marsella, dal titolo "Casa Puond nelle istituzioni: le nostre battaglie, dal territorio ai consigli comunali".

"SINISTRA - MASSA CITTA' D'EUROPA":
Altro appuntamento importante è quello della lista civica "Sinistra - Massa città d'Europa" che si terrà lunedì 4 giugno alle 18,30 presso presso l'ex palazzo Enel in Via Cavour. Sarà presente all'incontro Nicola Fratoianni, segretario nazionale di Sinistra Italiana, per dare sostegno alla lista. Interverranno, inoltre, i candidati della lista e il segretario provinciale di Si, Francesco Anselmi.

AREA 2018:
Dal bilancio partecipato alla democrazia partecipata. Da quando sono state soppresse le Circoscrizioni, anche a Massa abbiamo registrato la negatività di un “corto circuito” tra Palazzo e Cittadini. Il positivo “proliferare” di mille Comitati sparsi sul territorio ne è la plastica conferma - ha scritto in una nota il candidato sindaco, Andrea Biagioni - C’è voglia di partecipare e contribuire a trovare soluzioni decidendo in maniera condivisa. La proposta del Bilancio Partecipato deve evolversi prevedendo un coinvolgimento “altro” dei Cittadini e dei territori sulle scelte politico-amministrative sia generali che particolari che li riguardano. L’attuale Statuto comunale lo consente anche dal punto di vista delle normative generali; dobbiamo recuperare i luoghi della “democrazia partecipata” istituzionalizzando e regolamentando delle nuove Assemblee di quartiere per dare di nuovo voce e rappresentanza di mandato elettivo sia ai territori che ai Cittadini, con l’introduzione di uno specifico: “regolamento disciplinante l’istituzione ed il funzionamento dei consigli dei cittadini e del territorio” -ha aggiunto - Per contrastare la crisi della politica e il dilagare della disaffezione e dell’astensione , vogliamo promuovere una maggiore partecipazione dei Cittadini alla vita della città; bisogna costruire spazi aperti, permanenti e sempre più inclusivi per coinvolgere i Cittadini nella discussione consentendo loro, una reale compartecipazione attiva e propositiva alle decisioni amministrative - ha concluso Biagioni - Con i nuovi “consigli dei cittadini e del territorio” potremo costruire, praticamente a “costo zero”, una formidabile occasione di crescita civile e un potente mezzo per migliorare efficacemente e dal basso, la nostra Città".

FRANCESCO PERSIANI - CENTRODESTRA:
"Più sicurezza per il nostro territorio vuol dire anche garantire un più efficace contrasto
dell’immigrazione illegale. Premetto subito: nessuno deve sentirsi costretto a lasciare il proprio
Paese e le proprie radici -ha dichiarato Francesco Persiani, candidato sindaco per la coalizione di centrodestra - I fenomeni migratori sono un problema complesso e globale, che dovrebbe
essere affrontato dall’Italia e dall’Europa con i paesi di provenienza.
Purtroppo ognuno pensa per sé, con uno scaricamento di responsabilità; così poi il problema si riscontra nei territori a livello locale, dove gruppi sempre maggiori di extracomunitari finiscono per rappresentare un’emergenza sociale e per la sicurezza. Un fatto è certo. Non possiamo accogliere tutti, anche in considerazione del fatto che fatichiamo sempre di più per poter vivere dignitosamente a casa nostra! - ha sottolineato - Ci sembra dunque ragionevole un’amministrazione attenta ad affrontare primariamente i problemi di chi è italiano. Non possiamo più impegnare risorse per gli immigrati superiori a quelle destinate ad
aiutare per esempio i cittadini italiani che sono invalidi al 100%. Non possiamo stabilire maggiori contributi per l’accoglienza degli stranieri rispetto a quelli rivolti alle politiche a sostegno degli italiani in povertà.
Occorre poi che siano ben chiari i rischi legati all’accoglienza di immigrati illegali, troppo spesso in contatto con contesti criminali, a partire da quelle organizzazioni che si arricchiscono con il traffico di esseri umani, per proseguire con altre forme comunque gravi di delinquenza -ha aggiunto Persiani - Per questo
dobbiamo prevedere la revoca di permessi di soggiorno, qualora già concessa, nel caso di
commissione di reati come terrorismo, spaccio di sostanze stupefacenti, rapina, violenza,
danneggiamento, occupazione di edifici e terreni. Occorre velocizzare le procedure e garantire un maggiore controllo della polizia locale sul fenomeno dell’immigrazione. Non possono essere
tollerati abusi in nome di un’idea di accoglienza incondizionata, che è chiaramente sbagliata e
dannosa. Come amministrazione cercheremo di far revocare la cittadinanza italiana a quei soggetti anche solo responsabili di apologia del terrorismo islamico. Ci impegneremo a combattere la radicalizzazione educando al rispetto delle leggi italiane, difendendo tra l’altro anche la libertà di culto. Favoriremo l’osservanza e l’applicazione rigida della legge ai musulmani per quanto vietato anche ai cittadini italiani, quindi per esempio: il divieto della poligamia; il divieto di occupare il suolo pubblico per pregare, la chiusura dei circoli culturali abusivi, la limitazione di agevolazioni rivolte in modo esclusivo agli immigrati. Opereremo per favorire un’integrazione degli immigrati già presenti nel nostro territorio che preveda anche la conoscenza e il rispetto della cultura e delle tradizioni italiane. D’altra parte dovremo porre un limite a nuovi arrivi. Per questo, è nostra intenzione non aderire al cosiddetto Sprar (sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati), dove gli enti locali si impegnano a realizzare progetti di accoglienza di migranti, in funzione dell’attivazione di percorsi individualizzati di integrazione lavorativa e abitativa, di accesso ai servizi del territorio, di socializzazione Riteniamo che questo non sia un modo corretto di gestire il problema dell’immigrazione - ha concluso il candidato - soprattutto se al contempo vengono dimenticati i bisogni essenziali e i diritti di molti italiani in difficoltà".


"PUNTO ZERO":
“La nostra lista civica è la sola che parla di programmazione e futuro”. Il candidato sindaco Bertilorenzi esprime il suo disappunto sull’andamento della campagna elettorale. “Credo che sia importante parlare delle cose che non funzionano. Fatto questo, bisogna fare un passo in avanti; la nostra attenzione è rivolta al benessere della collettività e stiamo lavorando per questo”. L’attenzione è maturata da una grave considerazione: le amministrazioni degli ultimi anni hanno dato considerazione pari a zero allo sport ed a tutti i settori connessi. “Abbiamo uno stadio per il quale sono stati investiti negli ultimi 15 anni all’incirca 5 milioni di euro e paradossalmente risulta inagibile al 50%. In che modo le amministrazioni hanno investito i soldi dei cittadini? . Vogliamo risposte e vogliamo che il nostro stadio sia totalmente funzionante”.
Sulla costruzione della palestra polifunzionale adiacente allo stadio “Non si tratta di un palazzetto dello sport, ma trattasi di palestra polifunzionale che non potrà accogliere gli incontri di molti eventi sportivi. Le squadre di pallavolo e basket saranno costrette ad uscire dalla città per disputare le partire, assurdo!”. Un’altra zona su cui puntiamo di intervenire è il campo scuola di Massa; struttura obsoleta, da tempo dimenticata tra erbacce e sporcizia. L’idea della lista civica è partire da queste criticità per trasformare la città: investimenti trasparenti e realizzati con consapevolezza per la creazione di nuove strutture sportive e la bonifica totale di quelle esistenti.
Sarà, infine, fondamentale sostenere le associazioni sportive e coloro che ne sono coinvolti. “Bisogna valorizzare lo spirito di aggregazione, la formazione individuale e senso civico. Aspetti che caratterizzano tutte le attività sportive. Per non parlare del potenziale economico e commerciale che tali iniziative possono riservare alla nostra città.
Noi siamo al lavoro, abbiamo una programmazione per risolvere i problemi della città. Le parole, gli insulti li lasciamo agli altri”.
Venerdì 25 maggio 2018 alle 22:25:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario all'erogazione del reddito di cittadinanza per i più poveri?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News