LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 11.31 del 22 Settembre 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

M5S denuncia: l’acquedotto del Candia non funziona

"I viticoltori in difficoltà sono in difficoltà"

M5S denuncia: l’acquedotto del Candia non funziona
Massa - "L'acquedotto agricolo del Candia non assolve regolarmente al suo compito e questa estate così calda e secca ha messo in crisi oltre 50 vignaioli della parte alta della collina che non hanno avuto acqua per irrigare le proprie vigne" interviene sul tema la consigliera del M5S Luana Mencarelli. " Dalle informazioni avute in merito dagli uffici risulta che questo impianto non sia ancora dotato di collaudo amministrativo, benché la realizzazione sia stata terminata nel 2012, per cui stiamo cercando di capire la ragione di questo ritardo e se questo progetto sia stata eseguito a regola d'arte, perché ci sembra opportuno cercare subito le soluzioni che permettano di usufruire dell'acqua a tutti gli agricoltori utenti".

"L'acquedotto è costato circa 750.000 Euro spiega il M5S - preleva la sua acqua da alcuni pozzi in zona San Vitale profondi 100 metri, pompata in due serbatoi posizionati sulla sommità della collina e poi sarebbe dovuta scendere a caduta lungo l'acquedotto. Il riempimento dei serbatoi però non riesce e la causa è imputabile al fatto che la condotta di risalita sia utilizzata contemporaneamente anche per la distribuzione, quindi la pressione a metà collina non è sufficiente per permettere il riempimento dei serbatoi e quindi neanche la disponibilità d'acqua ai siti produttivi più in alto, mettendo in crisi il lavoro di molti. Eppure dalle dichiarazioni fatte in conferenza stampa nel maggio 2012, dell'allora amministrazione, questo impianto avrebbe dovuto vantare "le più moderne tecnologie per garantire risparmio energetico e una pressione costante lungo tutto il tratto". In realtà le tecnologie ci sono, i serbatoi sono muniti di sensori di carico e inviano un messaggio alle pompe quando necessitano di riempimento, in questa situazione evidentemente non garantiscono né il risparmio e tanto meno la pressione costante".

"Ci devono spiegare se ci sono deficit progettuali oppure ci sono state delle modifiche in corso d'opera. Questo potrebbe spiegare il mancato collaudo e getta molti dubbi sulla corretta realizzazione dell'opera, ma non intendiamo far polemica, vogliamo invece individuare subito le soluzioni che potrebbero essere più semplici di quello che si pensa" chiude la Mencarelli.
Mercoledì 16 agosto 2017 alle 15:07:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





FOTOGALLERY


VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News