Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Linee programmatiche, il Pd: «Dopo le parole, è il momento dei fatti»

«Da troppo tempo ormai questa amministrazione si è nascosta dietro lo slogan del “lasciateci lavorare”, adesso basta»

Linee programmatiche, il Pd: «Dopo le parole, è il momento dei fatti»
Massa - "Con la presentazione delle linee programmatiche di mandato, il sindaco è chiamato ad esprimere, in modo chiaro, gli obiettivi che intende realizzare nell’arco della sua legislatura.
Dopo le promesse di cambiamento, la retorica fine a sé stessa del “mandiamoli a casa” e la totale mancanza di contenuti che hanno caratterizzato la campagna elettorale dell’attuale maggioranza, e che gli hanno consegnato il consenso e la fiducia dei cittadini, e il periodo del “lasciamoli lavorare”, riteniamo che sia arrivato il momento di passare dalle parole ai fatti - hanno scritto in una nota i rappresentati del Partito Democratico di Massa - Il documento presentato dall’amministrazione risulta, nel suo complesso, vago e generico, ripropone frasi fatte dal sapore propagandistico. Non chiarisce come e con quali risorse, né con quali strumenti, né tantomeno in quali tempi si intenda operare per realizzare gli obiettivi indicati. Ciò che veramente emerge con chiarezza è l’incapacità di definire una qualsiasi strategia - hanno spiegato - quella che dovrebbe essere la sostanza dell’azione di governo si riduce a uno sterile elenco di punti, manca una visione di insieme, manca una previsione sulle voci di entrata e di spesa. Soprattutto manca il futuro, nessuna nuova idea, quel “cambiamento” tanto proclamato alla prova dei fatti si dimostra essere un contenitore vuoto".

"Davvero una città piena di risorse e bellezze come la nostra merita un tale pressapochismo? Siamo pronti a metterci a disposizione di tutti i cittadini per costruire proposte e programmi che siano davvero efficaci per migliorare la vita della nostra comunità, ma per farlo abbiamo bisogno che chi oggi governa spieghi, prima di tutti, quali siano le proposte sulle quali la politica dovrà confrontarsi nei prossimi anni. Da troppo tempo ormai questa amministrazione si è nascosta dietro lo slogan del “lasciateci lavorare”, tanto da averci confezionato sopra quello che dovrebbe essere il documento che contraddistinguerà il loro mandato - hanno aggiunto -
A questo punto inutile ribadire per l’ennesima volta che nella nostra proposta per la città una strada era stata tracciata, dal lavoro allo sviluppo del territorio.
Potremmo parlare ancora delle Bonifiche delle aree Sin e Sir, come prerequisito per la re industrializzazione, o dell’Accordo di Programma, che ne aveva predisposto anche le risorse.
Potremmo anche aggiungere di come avevamo immaginato una città che ridesse valore e bellezza anche a quei luoghi che invece voi oggi state colpevolmente dimenticando, e su questo non possiamo non sottolineare una grave mancanza. Imbarazza infatti come il nostro Sindaco sia stato uno dei pochi in Italia a non dire nemmeno una parola, di fronte a un Governo che rischia di cancellare tutti gli investimenti per le periferie di cui anche la nostra città deve beneficiare (forse per questa amministrazione è troppo difficile difendere una cosa che noi avevamo ottenuto).
Allo stesso modo ci piacerebbe ridiscutere di quelle voci di spesa che noi avevamo messo a bilancio, o delle cose fatte o programmate, ma almeno noi vogliamo guardare al futuro e facendolo consigliamo a chi governa di fare altrettanto.
Insomma - hanno concluso - noi un elenco di proposte e punti critici possiamo farlo e lo facciamo, e anzi continueremo ad arricchirlo. Lo faremo aprendoci al confronto con i cittadini, al lavoro dei nostri gruppi tematici che quotidianamente si confrontano per discutere dei problemi e delle proposte della città. Continueremo ad aggiornarlo e a portarlo in Consiglio confrontandoci con tutte quelle forze politiche che davvero vorranno discutere del futuro della città. Ci auguriamo che anche la maggioranza scelga di seguire questa strada, perché se questo doveva essere il cambiamento, alla prova dei fatti si dimostra fatto di tante parole e zero fatti".

Lunedì 17 dicembre 2018 alle 18:49:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News