Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Lega: «Pd, 5stelle, Mdp, volpiani e menchiniani campioni olimpici di divano»

politica e polemiche
Lega: «Pd, 5stelle, Mdp, volpiani e menchiniani campioni olimpici di divano»
Massa - Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo consiliare della Lega di Massa.

Il generatore automatico di bufale dei consiglieri di minoranza del comune di Massa non si ferma nemmeno durante la festività pasquale. Reputiamo equo ricordare loro giusto alcune cosette di cui si sono "macchiati" in questi giorni, mentre l'Amministrazione Comunale è impegnata a lavorare: eh sì, forse è questo in primis che disturba PD, 5stelle, Gruppo Menchini e MDP. E' il fatto che la maggioranza tutta, assessori e consiglieri, si sia adoperata in prima persona per la città e per fronteggiare la minaccia coronavirus.
Oggi non vogliamo ribadire quanto fatto da noi, è sotto gli occhi di tutti i cittadini e non verrà di certo modificato da quattro balle raccontate in un post facebook del PD. Oggi vogliamo comunicare quanto, per decenza, nei giorni scorsi non abbiamo detto: ovvero quanto NON abbia fatto la minoranza, che ora mente sapendo di mentire.

Ebbene, la minoranza squalificata dalla città con le elezioni del 2018, è stata invitata più volte a collaborare proprio dal Sindaco Francesco Persiani; anche in occasione di molteplici sedute di commissione sociale, rimasta attiva fin dai primi giorni dell'emergenza proprio per permettere una collaborazione di TUTTI, maggioranza e minoranza. All'appello del Sindaco è seguito un ASSORDANTE silenzio.
Silenzio che si è protratto anche quando la Presidente di commissione Eleonora Cantoni ha inviato una email a tutti i consiglieri, proprio per chiedere la loro disponibilità a collaborare invitandoli in comune, ad un incontro con il responsabile della prevenzione e sicurezza, per spiegare loro le norme e le precauzioni da tenere per poter aiutare la città.

A questi molteplici richiami dalla minoranza si è alzata una flebile singola vocina, quella del consigliere Alberti, che nel pieno stile proprio di chi ha perso le elezioni, ha dapprima dato la sua disponibilità per poi avvertire la Presidente che avrebbe chiamato il giorno seguente. Aspettiamo tutt'oggi quella chiamata, che si sia persa nell'etere?

Ebbene, anche sulle strategie di distribuzione delle mascherine la minoranza è stata coinvolta in commissione: lì, scena muta. Poi, gli attacchi sui giornali. Ma non erano loro quelli che "vogliono collaborare e suggerire"? Ma chi pensano di prendere in giro stando zitti nel momento in cui potrebbero suggerire e facendosi fare la paginata di giornale dicendo falsità?

Sulle RESIDENZE SANITARIE ASSISTITE hanno anche il coraggio di parlare? L'Amministrazione comunale di Massa è stata la prima a distribuire mascherine proprio alle R.S.A., quando quelle del governatore Enrico Rossi latitavano: secondo la minoranza avremmo dovuto aspettare quelle, lasciando gli operatori senza protezione per un mese (tale è stato il ritardo con cui Regione Toscana le ha fornite ai comuni)? Inoltre abbiamo sempre avvertito la Regione di ascoltare le grida di infermieri e medici, che invocavano i tamponi e non ottenevano risposte proprio dal PD al governo regionale.

Il Partito Democratico è campione di trasformismo! Ha "riorganizzato" la sanità regionale tagliando risorse su presidi sanitari, medici, infermieri, materiale: ora incolpa il comune di Massa perfino sui tamponi che dovrebbe fornire alle ASL proprio il governo regionale targato PD.

Passiamo invece alle proposte: quali sarebbero le proposte della minoranza? Voi le conoscete? Non esistono, purtroppo. Gli saranno finite sotto al divano, tra un bicchieretto e l'altro? Più probabilmente non sono capaci di elaborare proposte serie e fattibili, a riprova basta ricordare come hanno governato la città per decenni e la sonora batosta finalmente ricevuta alle elezioni comunali. Allo scorso consiglio comunale del 10 aprile, ancora nessuna proposta ma sterili attacchi al Sindaco e poi il fuggi fuggi stavolta per spostarsi dalla sedia del salotto al loro amato divano, per tornare a far nulla. Quasi tutti scollegati dalla videoconferenza di consiglio quando si è iniziato a parlare di proposte migliorative per la città come la consulta sulla disabilità o le modifiche alla consulta sullo sport.

Quindi ora la critica è di fare un intero consiglio comunale sull'emergenza covid19: ma a cosa serve, se quando la minoranza ha avuto l'opportunità di parlare, non ha fatto una sola proposta ma continuato sulla strada di sterili polemiche? Non abbiamo certo tempo da perdere per sentire lagne e piagnistei delle varie bande Volpi, Menchini e Mencarelli. Prima studino, poi ci sottopongano misure per migliorare le condizioni dei massesi e ne riparleremo.

Non fa piacere svelare certi retroscena, ma di fronte ai continui attacchi e provocazioni delle minoranze non possiamo più sottrarci: speriamo che in questo modo capiscano che non è il momento di fare polemiche puerili ma di aiutare veramente la comunità. In caso contrario, continuino pure a restare sul divano, dato che ormai sono diventati olimpionici di tale professione, avendo anche maestri di calibro parlamentare e regionale, come gli illustri Riccardo Ricciardi (On. 5 stelle), Martina Nardi (On. PD) e Giacomo Bugliani (Cons. Regionale PD).

Noi continuiamo a lavorare, ma ci siamo presi un'oretta di tempo in questa giornata festiva per sbugiardare chi non ha ritegno nemmeno a Pasqua.
Martedì 14 aprile 2020 alle 09:06:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News