Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 20.21 del 6 Aprile 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Italia Viva: «Sui rifiuti serve responsabilità da parte di tutti»

Italia Viva: «Sui rifiuti serve responsabilità da parte di tutti»
Massa - E' polemica sul tema dei rifiuti. Dina Dell’Ertole, Eleonora Lama e Gabriel Del Sarto di Italia Viva commentano la notizia dell'arrivo di tonnellate di rifiuti da Roma al Cermec di Massa. "È veramente assurdo che di fronte alla notizia che 4.500 tonnellate di rifiuti da Roma Capitale, arriveranno, per essere smaltiti, nella nostra città, da chi riveste ruoli di responsabilità istituzionale arrivino solo strumentalizzazioni, ascrivibili solo a propaganda per fini elettorali".

"Perché infatti consiglieri Regionali di riferimento del nostro territorio non hanno chiesto delucidazioni al Governatore Rossi prima della firma dell’accordo e, soprattutto, non hanno informato i cittadini di quanto si stava decidendo? Se oggi fossimo in possesso degli opportuni chiarimenti i cittadini di Massa potrebbero capire di cosa stiamo parlando e magari riusciremmo ad evitare inutili allarmismi".

"Leggiamo in continuazione comunicati trionfalistici di alcuni esponenti del Partito Democratico sull’attenzione che la Regione Toscana riserva all’ambiente e altrettanti comunicati di opposizione da parte della Lega. E poi, su un tema così delicato come i rifiuti il silenzio totale? Verrebbe da pensare che si sia scelto, da un lato, di tacere e dall’altro di alzare solo oggi il polverone".

"Rimaniamo, però, altrettanto basiti dall’interrogazione presentata dal Presidente del Consiglio Comunale di Massa Stefano Benedetti che addirittura chiede di “mobilitare il popolo”. Come esponente della maggioranza è bene ricordargli come questa amministrazione proprio non brilli sul tema dell’ambiente, basti pensare che la ricicleria di Massa non ha ancora un’autorizzazione vera e propria e che nessuno si è preoccupato di dire ai cittadini massesi che dal 2016 al 2019 ha scaricato le acque meteoriche nelle fognature bianche in assenza del sistema di trattamento obbligatorio di tali acque che la Provincia e l’Arpat avevano prescritto di realizzare. Non solo, il Comune di Massa , è socio al 48% del Cermec e al 5 % circa dell’Ato Toscana - ente che ha dato il via libera all’operazione rifiuti da Roma capitale. Prima di gridare allo scandalo, quindi, perché l’amministrazione non ha preso una posizione chiara su tema? Se è così contrario alla ricezione dei rifiuti da altri territori perché, come a noi risulta, non lo ha manifestarlo quando ha ne ha avuto la possibilità nei suddetti organi?. E allora, senza alzare polveroni ai soli fini propagandistici, diciamolo chiaramente ai cittadini che il Cermec, che ha una capacità di smaltimento di 95.000 tonnellate di rifiuti all’anno, ha bisogno di quelle 4.500 tonnellate per far tornare i conti del concordato e che lo stesso è avvenuto negli anni passati, quando Massa si sono smaltite molte più tonnellate di rifiuti delle attuali 4.500 che provenivano da Regioni governate dal Centro destra come la Liguria del Governatore Toti. Ci auguriamo come Italia Viva che sul tema rifiuti, e sui temi come l’ambiente, arrivi uno scatto di responsabilità da parte di tutti, una presa di coscienza e trasparenza verso i cittadini. Dai rappresentanti regionali a quelli che amministrano la città".
Sabato 29 febbraio 2020 alle 08:09:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Chi è il miglior giocatore della Serricciolo?




















Chi è il miglior giocatore del Don Bosco Fossone?























Coronavirus, mascherina obbligatoria in Toscana. Tu sei d'accordo?

















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News