Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 23.29 del 19 Novembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Governo, i Repubblicani: «il migliore degli scenari possibili»

Dalle elezioni in Umbria ai principi mazziniani, il partito prende posizione

Politica
Governo, i Repubblicani: «il migliore degli scenari possibili»
Massa - La Sezione dedicata a Mazzini del Paritito Repubblicano italiano di Massa interviene per commentare la situazione politica presente, in particolare dopo le elezioni regionali dell’Umbria. Il segretario della sezione, Giorgio Raffi, attraverso una nota fa sapere che: "Due sono i principi politici che guidano da sempre l’azione dei Repubblicani: il primo è l’idea di una politica laica, solidale e indipendente da ogni forma di limitazione e coercizione del pensiero e della coscienza individuale; il secondo è l’ideale realmente europeista, che ci proviene dagli insegnamenti bicentenari di Mazzini che ancora attende la sua piena attuazione nelle forme di un’Europa dei Popoli prima ancora che degli Stati e dell’economia. Nello spazio tra questi due punti fermi trovano la loro collocazione i problemi che attendono soluzioni urgenti da parte di chi ci governa. Sono il lavoro, l’ambiente, la scuola e la sanità".

Nel merito, i repubblicani sostengono che "lo scenario di governo che si è venuto a creare può e deve essere considerato il migliore possibile, nello stato attuale delle cose".

"L’assenteismo che i cittadini manifestano rispetto al voto, esprime un disagio che dice quanto gli Italiani non si ritrovino più in una politica che assume forme e contenuti distanti dalle persone e dai loro bisogni reali. La questione si pone dunque in termini di metodo e di merito. Il problema dell’Italia non è il protagonismo di un personaggio greve come Salvini. Ciò che preoccupa è lo spazio concesso ad una destra con totale assenza di idee, chiassosa, razzista e prepotente che ogni giorno di più assume i caratteri della destra violenta, sovranista e xenofoba. Se le forze democratiche laiche e progressiste - questo centro-sinistra - non riuscirnno a costruire un progetto serio e credibile, che redistribuisca il reddito attraverso il lavoro; che salvaguardi l’ambiente anche come fonte di benessere collettivo; che dopo anni di destrutturazione della scuola pubblica torni a formare realmente i giovani; che tuteli la salute come diritto comune, allora non rimarranno altre possibilità per evitare un disastro dalle dimensioni inimmaginabili".

"Non possiamo tollerare che un’ingiustizia come la flat-tax vada a sostituirsi al sacrosanto principio costituzionale della progressività fiscale. I Repubblicani sanno accettare in modo costruttivo le sfide che la storia pone loro di fronte e per questa ragione ritengono che il governo attuale debba essere in ogni modo sostenuto e per quanto possibile aiutato a migliorare la sua azione politica per una Italia migliore, più giusta e accogliente per tutti noi. Per fare questo occorre stabilire un nuovo patto con i cittadini basato su un reciproco rapporto di fiducia. Auspichiamo che questo nuovo rapporto di fiducia e di collaborazione tra le forze politiche democratiche- laiche e progressiste possa realizzarsi anche nel nostro territorio e nella regione Toscana. I repubblicani massesi non possono tollerare che il motto mazziniano Dio, Patria e Famiglia venga usurpato e profanato dai membri di una formazione che è antitetica alla cultura repubblicana che lo ha generato e riempito di contenuti ideali, morali ed etici di ben altra matrice politica e culturale. Invitano la segreteria nazionale a levare alta la nostra voce rendendo espliciti contenuti politici che spieghino a questi usurpatori il significato vero e profondo del pensiero Mazziniano di Dio Patria e Famiglia".
Mercoledì 6 novembre 2019 alle 20:35:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News