Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Emergenza freddo, Area 2018: «Il Comune trovi soluzione per i senzatetto»

«Sul sito di Palazzo civico non sono rintracciabili notizie né informazioni di servizio su questa problematica»

la segnalazione
Emergenza freddo, Area 2018: «Il Comune trovi soluzione per i senzatetto»
Massa - «Anche per Massa, le previsioni meteo dicono che nelle prossime ore e nei prossimi giorni, saremo investiti da un brusco abbassamento della temperatura che, notte tempo, scenderà abbondantemente sotto lo zero. Ci chiediamo a quali soluzioni ha pensato l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Persiani per far fronte all’emergenza freddo che colpirà anche la nostra città». Ad affermarlo è Area 2018 con Andrea Biagioni e Maurizio Bonugli.

«Quale risposta è stata definita e quali provvedimenti sono stati predisposti concretamente dall’assessore Amelia Zanti in favore dei “senza fissa dimora” italiani e stranieri che, presenti sul territorio comunale, si trovano e si troveranno in estrema difficoltà soprattutto nelle ore serali e notturne? Sul sito del Comune non sono rintracciabili notizie ne informazioni di servizio su questa problematica. Soltanto la cronaca locale ha riportato delle affermazioni del presidente del Consiglio comunale Stefano Benedetti che, intervenendo sul Noa, ha dichiarato tra l’altro: “Non posso che biasimare il comportamento delle direzione Asl che permette durante la notte a barboni ed extracomunitari di dormire all’interno della struttura sulle panchine e perfino in alcuni angoli. Forse il Direttore Biselli ha scambiato l’ospedale per un dormitorio sociale?”».

«Ci chiediamo se sui “senza tetto” in cerca di un riparo e su come contrastare l’emergenza freddo il Sindaco, l’assessore Zanti, la Giunta e la maggioranza la pensano come il Presidente Benedetti.
Ci chiediamo cioè se nella “cattolicissima” Giunta e maggioranza massesi a trazione leghista prevalgano la boria “anti-poveri” e la “cattiveria sovranista” peraltro ben rintracciabili anche nel recentissimo “sedicente” Decreto Sicurezza firmato dal ministro Salvini o se invece, con lo stipendio che percepiscono i nostri amministratori sono in grado di garantire servizi pubblici all’altezza delle varie e diverse emergenze da affrontare oltre che cimentarsi nella retorica delle solite chiacchiere di circostanza».

«Esistono luoghi pubblici (o privati convenzionati ad uso libero e gratuito) riscaldati dove offrire posti letto, servizi igienici, pasti e bevande calde, coperte e indumenti e tutto quanto può servire per combattere il freddo? Sono state attivate collaborazioni col mondo delle Associazioni e del Volontariato sociale per garantire accoglienza, sostegno ed assistenza anche medica per i “senza fissa dimora” presenti sul territorio comunale? Se sì, quali strumenti di comunicazione sono stati attivati per informare le persone in difficoltà sulla fruibilità di tali servizi? Purtroppo, anche nelle politiche sociali, stiamo assistendo alla più completa inedia amministrativa. In conclusione, non ce ne voglia, ma anche la signora Zanti deve trasformarsi da un costo per la collettività in un assessore in grado di dare risposte e risolvere i problemi».
Sabato 5 gennaio 2019 alle 19:21:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News