Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 21.29 del 3 Aprile 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Crollo al 'Pascoli', Ravagli: «Da Lorenzetti e Nardi lacrime di coccodrillo»

Il deputato Ferri (Iv): «Serve un piano scuola emergenziale». Il Partito Comunista: «Non chiamatelo "incidente"»

le reazioni
Crollo al ´Pascoli´, Ravagli: «Da Lorenzetti e Nardi lacrime di coccodrillo»
Massa - «Lorenzetti dice che urla da anni questa emergenza scuole, intanto però ha ricevuto dalla Regione Toscana ben 2 milioni di euro e un milione dai fondi del governo Renzi per costruire una nuova scuola primaria a Montignoso. Forse per il comune di cui è sindaco ha saputo urlare meglio. Mentre per i comuni limitrofi pare di no. Gli ricordo che è presidente della Provincia e deve occuparsi delle scuole secondarie di tutto il comprensorio». L'assessore alla cultura di Massa, Veronica Ravagli, va all'attacco del presidente della Provincia di Massa-Carrara e sindaco di Montignoso Gianni Lorenzetti per quanto accaduto ieri al liceo Pascoli di Massa dove il soffitto di un'aula è crollato mentre era in corso la lezione e, fortunatamente, non ha causato feriti.

Poi l'assessore massese risponde anche alla deputata del Pd Martina Nardi: «La Nardi anche lei si mostra scandalizzata ma mi pare che al governo ci sia proprio il Pd o sbaglio?! Piangono lacrime di coccodrillo e urlano allo scandalo quando proprio loro potrebbero davvero battere i pugni ai loro referenti e ottenere qualcosa. Quello che mi preoccupa principalmente è la sicurezza degli studenti e dei docenti e di tutto il personale scolastico».

FERRI (IV): «SERVE PIANO SCUOLA EMERGENZIALE»
E sull'argomento interviene anche il deputato di Italia Viva, Cosimo Ferri. Riportiamo il suo intervento di seguito.
Ringrazio la Consigliera del Comune di Massa Dina Dell’Ertole per avermi informato di quanto accaduto stamani al Liceo Pascoli di Massa, 600 ragazzi hanno dovuto sospendere le lezioni a causa di un crollo di un soffitto in aula, e da un primo sopralluogo diverse aula si trovano purtroppo nelle stesse condizioni di instabilità. Per ora è stata disposta la sospensione dell’attività didattica per due giorni. Ci auguriamo che presto si possa tornare alla normalità. L’attività scolastica didattica deve ripartire. Ma questo episodio deve far riflettere tutti. E’ assurdo che la situazione delle scuole sia arrivata a questo punto, occorre ripartire dalle possibilità che la legge sulla buona scuola offriva per garantire sicurezza degli edifici scolastici e lavorare per trovare risorse. Il futuro del Paese e dei territori passa proprio dalla formazione ed educazione dei nostri ragazzi che devono poter accedere a scuole sicure ed accoglienti per consentire ai docenti, ai non docenti ed ai ragazzi di lavorare con serenità. Va lanciato un piano scuola emergenziale nella Provincia per adeguare tutti gli istituti scolastici, renderli in sicurezza e studiando la normativa coinvolgere anche il mondo imprenditoriale per progetti che possano attirare anche investimenti privati.

IL PARTITO COMUNISTA: «NON CHIAMATELO "INCIDENTE"»
In merito ai fatti accaduti il 7 gennaio scorso, non vogliamo e non intendiamo assolutamente utilizzare il termine "incidente" per l'ennesimo crollo che ha visto coinvolto un ambiente scolastico della nostra provincia, poiché la mancanza di controlli e di manutenzione sulle strutture scolastiche sono le vere cause di questi gravissimi fatti.
Si aggiunga inoltre che, sempre sul nostro territorio, vi sono scuole come l'istituto Minuto che vivono da mesi situazioni di estremo disagio come l'inagibilità di alcuni laboratori, impianti di riscaldamento non funzionanti e suddivisione in turni mattutini e pomeridiani degli orari di frequentazione scolastica a causa dell'attuale impossibilità per la struttura di poter accogliere tutti gli studenti iscritti, il tutto accompagnato da date di completamento dei lavori per la riapertura delle aule non accessibili continuamente disilluse. Come Partito Comunista non possiamo che chiedere a gran voce che vengano istituiti dei piani di manutenzione ordinaria per tutti gli edifici scolastici in modo da prevenire questi incresciosi crolli e soprattutto per salvaguardare la salute e la sicurezza dei nostri giovani.
Mercoledì 8 gennaio 2020 alle 12:54:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Chi è il miglior giocatore della Massese?



















Chi è il miglior giocatore della Pontremolese?






































Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News