Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 19.46 del 12 Novembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Bando periferie, Ricciardi: «Abbiamo messo ordine, per Massa e Carrara nessun taglio»

Intanto Martina Nardi (Pd) presenta un ordine del giorno specifico per il progetto dei Poggi e per quello di Carrara A30

DIBATTITO ACCESO
Bando periferie, Ricciardi: «Abbiamo messo ordine, per Massa e Carrara nessun taglio»
Massa - "Il Governo ha messo ordine nello sgangherato Bando delle periferie che i precedenti esecutivi Renzi e Gentiloni avevano realizzato: un bando con profili di incostituzionalità e con una irrazionale erogazione di contributi senza certe coperture finanziarie". A dirlo è il deputato del Movimento 5 Stelle, Riccardo Ricciardi. "Ricordo ai parlamentari del PD, che in queste ore alla Camera stanno facendo sceneggiate indecorose, che anche il loro partito al Senato ha votato l’emendamento che ha iniziato questo percorso: o non sanno cosa votano o siamo alla schizofrenia politica".

"Il presidente Conte – prosegue il deputato pentastellato – ha trovato un accordo con Anci in questa settimana che ha soddisfatto sia il Governo che i Comuni, dunque non capiamo dove sia lo spazio per la polemica; comprendo che ormai un partito allo sbando ha bisogno di parlare anche del nulla. Il nostro territorio potrà realizzare le opere che hanno già progetti esecutivi, avendo una tempistica razionalizzata e più efficiente: non ha senso mantenere delle risorse impegnate anni per progetti che hanno ancora bisogno di tempo per poter partire. Vogliamo tranquillizzare i cittadini di Massa e Carrara che non c’è alcun taglio di fondi da parte del Governo. Concludo con il progetto del palazzo via Pisacane a Massa: è una vicenda che ho seguito da candidato sindaco nel 2013, sulla quale ho vigilato da consigliere comunale, per la quale ho contribuito insieme alla vecchia Amministrazione, evitando strumentalizzazioni di parte, al dipanarsi della complicata situazione tra proprietari e inquilini; continuerò a mantenere questo spirito anche con la nuova Giunta perché questa incresciosa situazione deve assolutamente risolversi; fare allarmismo su una vicenda così delicata è vergognoso ma siamo sicuri che i cittadini capiranno chi è che cerca di risolvere i problemi e chi, dopo oltretutto averli creati, fa solo sterile propaganda".

Intanto continua la battaglia in Parlamento della deputata Pd Martina Nardi per "salvare i soldi destinati alle periferie dei comuni di Massa e Carrara". Dopo l’occupazione simbolica di ieri pomeriggio, la deputata ha presentato un ordine del giorno specifico per il progetto dei Poggi e per quello di Carrara A30, in discussione in queste ore. La Nardi impegna il governo “a dare concretamente seguito agli impegni assunti inserendo, nel primo provvedimento utile, i finanziamenti relativi ai progetti Poggi – Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle aree Poggi e Carrara A30, garantendo le risorse necessarie per realizzare gli interventi previsti nella tempistica già stabilita”

“Da anni- spiega la Nardi- ha assunto centralità il tema delle periferie e del loro degrado. È con questa finalità che il Governo e il Parlamento della scorsa legislatura vararono norme e progetti per un recupero urbanistico, edilizio e sociale intrecciati con il tema più generale della riqualificazione urbana e dei centri storici; il Comune di Massa ha partecipato al bando rientrando nei 120 progetti vincitori al 55° posto in graduatoria; il comune di Carrara al 110° posto. I primi 24 comuni hanno già beneficiato delle risorse previste, mentre per i restanti 96 comuni il finanziamento era stato assicurato nei prossimi mesi. Il nuovo Governo è andato in un’altra direzione, i finanziamenti sono stati revocati, danneggiando i cittadini e le periferie delle loro città”.

Sull’accordo “salva fondi” tra il premier Conte e l’Anci di cui parla tanto la stampa, l’onorevole Nardi ha già dichiarato che “non c’è nessun atto formale arrivato in Parlamento che rappresenti questa intesa tra governo e Anci sui finanziamenti alle periferie. Noi del Pd abbiamo provato più volte a chiedere un intervento in aula che concretizzasse le intenzioni del governo. Rimaniamo fermi alle dichiarazioni del presidente del Consiglio Giuseppe Conte che ha promesso che nel prossimo decreto saranno stanziati i fondi nell'arco di un triennio, sulla base delle effettive necessità dei comuni”.
Giovedì 13 settembre 2018 alle 22:43:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario all'erogazione del reddito di cittadinanza per i più poveri?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News