Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 19.46 del 12 Novembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

18 giorni alle elezioni: le ultime dai candidati

Articolo Primo, Francesco Persiani, Area 2018, Partito Comunista, Punto Zero, Massa Libera

MASSA AL VOTO
18 giorni alle elezioni: le ultime dai candidati
Massa - Poco più di due settimane separano i cittadini massesi dal voto e i candidati continuano la loro campagna presentando le loro proposte e i candidati al Consiglio comunale, proponendo idee e soluzioni.

ARTICOLO PRIMO
"Ogni voto è un seme ben piantato, che darà buoni frutti", è questo il motto di Articolo Primo alle elezioni comunali massesi. "Con le primarie abbiamo posto le basi per l'unità della coalizione, l'approvazione del regolamento urbanistico, la necessità di tornare con coraggio a parlare di cave e spiagge come beni comuni, salute pubblica, lavoro ed efficienza del servizio idrico - ha dichiarato il candidato Simone Ortori - La lealtà al patto delle primarie, che ha visto affermarsi la candidatura a sindaco di Alessandro Volpi, sarà supportata dalla nostra presenza in consiglio comunale ed al Governo della città, proprio a garanzia della salvaguardia dei principi e delle idee che comunque hanno avuto il consenso del 30% degli elettori che non intendiamo disperdere ed a cui vogliamo dare prospettiva. Ai tanti elettori massesi che sono delusi dagli inciuci che stanno accadendo a Roma diciamo: impediamo che ci sia una replica territoriale del governo 5 stelle o destra, ogni voto ad Articolo Primo è un voto per rafforzare un governo di cambiamento a Massa" ha concluso. Con questo discorso Ortori ne approfitta per presentare la sua lista di candidati al consiglio comunale: Andreazzoli Laura, Angeloni Cristina, Angelotti Maria, Basteri Pier Luigi, Bertini Francesca, Bonuccelli Elisa, Camera Alfredo, Castelli Augusto, Cavaldonati Samanta, De Angeli Francesco, Della Pina Mario, Del Sarto Simone, Del Sarto Umberto detto "Mec", De Mauro Alessandra, Dolfi Jenny, Fiorentini Gildo, Fruzzetti Federico, Gianardi Simone, Giusti Barbara, Lazzarotti Giada, Mercanti Marco, Meruzzi Arianna, Milani Michela, Pucci Brunello, Pucci Rachele, Pucci Stefania, Santi Cassani Thomas, Santo Luciano, Serpi Giuseppe "Pino", Spadoni Sonia e Veroni Bottinelli Matteo.

AREA 2018:
"L’acqua è un bene comune. Indietro non si torna – afferma Andrea Biagioni candidato a sindaco di Area 2018 - Dobbiamo ripensare i suoi modelli di gestione, favorendo la pubblicizzazione delle reti e dei sistemi di gestione. Questo ce lo hanno detto quei milioni di persone che nel nostro paese hanno votato nel referendum contro la privatizzazione dell’acqua, un risultato senza precedenti che impone al nostro Paese un radicale ripensamento delle politiche di gestione dell’acqua".
"È necessario, inoltre, proteggere l’acqua come bene comune, costruendo forme di tutela nei confronti dei numerosi interessi speculativi che gravitano nel settore. Dobbiamo ripensare ai modelli di gestione della risorsa acqua, favorendo la pubblicizzazione delle reti e dei sistemi di gestione - ha continuato Biagioni - In tale contesto è necessario sancire il diritto dell’accesso al quantitativo minimo a tutte le fasce sociali, pensando a forme di welfare per i soggetti più deboli. Vogliamo impegnarci in un’opera di razionalizzazione dell’acqua incentivando il risparmio idrico, la lotta agli sprechi, il riuso nei settori industriali ed agricoli - ha affermato il candidato - La nostra città ed i suoi contesti edilizi va ripensata in questa direzione, mettendo al centro l’efficienza nell’uso delle risorse idriche. In questo quadro l’uscita da Gaia Spa è un obiettivo da perseguire sul modello adottato dal Comune di Napoli con Acqua Bene Comune – Azienda speciale". Quindi Area 2018 propone: la modifica dell’articolo 1 dello statuto di Gaia per passare da Spa ad Azienda speciale; la valorizzazione delle nostre acque perché rientrino nel collegato ambientale 221; e la modifica della legge regionale 69 articolo 5 bis che toglie potere ai Comuni che non fanno parte dell’assemblea Ait e modifica dei bacini portando le Ato a bacino idrogeografico;la sostituzione delle tubazioni in amianto cemento;dice no all’autostrada dell’ acqua e al dirottamento delle risorse destinate a quel progetto per investimenti nella rete; controllo sull’inquinamento da marmettola sulla base del principio di chi inquina paga; fognatura e depurazione sulla fiscalità generale; dar valore alle oltre 20 mila firme dei cittadini a difesa dell’acqua come bene comune contro le privatizzazioni per la pubblicizzazione della rete e dei sistemi di gestione.


FRANCESCO PERSIANI - CENTRODESTRA
"Molte famiglie di Massa, soprattutto quelle più giovani vivono il dramma della casa. Senza un’abitazione, ricordiamolo, è impossibile metter su famiglia. Sappiamo tutti che le ragioni sono molteplici e si legano tra loro in modo complesso. Quello che però colpisce è l’indifferenza dell’attuale amministrazione di Massa di fronte a questi temi sociali - ha scritto in una nota il candidato sindaco Francesco Persiani- Infatti, in questa situazione in cui il numero di nuclei familiari in condizioni di fragilità economica è in sensibile aumento, il tema delle politiche abitative per le fasce più deboli della popolazione avrebbe dovuto essere uno dei temi centrali del regolamento urbanistico, si sarebbe dovuta cogliere l’occasione da parte dell’amministrazione comunale di impegnarsi tramite una adeguata pianificazione urbanistica a trovare soluzioni abitative sia per le famiglie particolarmente svantaggiate, sia per coloro che non possono accedere al libero mercato, né alle graduatorie dell’edilizia Erp, ma sono comunque in grado di sostenere i canoni calmierati o i prezzi di acquisto convenzionati di alloggi realizzati per iniziativa sia pubblica che privata - ha continuato - Niente di tutto questo è stato fatto: l’intera questione del social housing è stata risolta prevedendo tali alloggi come quota della edificazione prevista negli Ambiti di Intervento - tuttavia - la mancanza di partecipazione nella scelta delle aree, l’errata valutazione dell’importo delle opere pubbliche da realizzare e/o cedere al comune, l’eccessiva percentuale di perequazione richiesta (20 % dell’utile) ed infine la notevole suddivisione della proprietà tipica del territorio comunale, fanno ritenere che pochissimi Ambiti saranno realizzati, con la conseguenza che verrà a mancare tale quota di alloggi “sociali” ".
"Ad aggravare tale carenza- ha aggiunto Persiani - si aggiungono alcuni punti tecnici previsti dal nuovo Ru e non ultima la bocciatura proprio da parte della maggioranza legata al Sindaco di quelle rare osservazioni pervenute da privati di realizzare alloggi per social housing. Si può quindi affermare che questa amministrazione con il Ru, la cui presunta “approvazione” viene tanto sbandierata, abbia mancato una grande occasione e che il tema delle politiche abitative legate al social housing nelle sue varie forme non sia stato affrontato adeguatamente, con conseguenze negative per l’intera comunità massese facilmente prevedibili".

PIERPAOLO BERTILORENZI - PUNTO ZERO
“Facciamogli una sorpresa” è il motto che anima la lista Punto Zero, guidata dal candidato sindaco Pierpaolo Bertilorenzi. Esso esprime la voglia di un vero cambiamento per la città e l’intento di sparigliare le carte che definiscono le ormai consolidate logiche elettorali. In tal senso, propone un programma per la trasformazione della città che, fin da troppo tempo, si presenta carente di nuove energie politiche ed in un evidente stallo economico.
Proprio per questo, il programma si sviluppa in pochi, ma efficaci punti di intervento. Primo tra tutti: il turismo. L’idea è quella di sviluppare l’offerta sulla base delle peculiarità del nostro territorio, finora non adeguatamente valorizzate. L’operazione di rilancio pensa all’autenticità delle risorse a nostra disposizione. Tutto il territorio sarà coinvolto, dalle montagne fino al mare, con un unico obbiettivo: creare turismo e perciò nuovi posti di lavoro. A ciò, il programma risponde con progetti fattibili, dedicati a queste zone che facciano da cassa di risonanza nel settore turistico e, di conseguenza, diano impulso alle imprese del territorio. Per i paesi della montagna, per la maggior parte ridotti a veri dormitori, si pensa ad un rilancio che coinvolga il tessuto sociale, attraverso la creazione di cooperative di residenti, dedicate alla produzione e commercializzazione di prodotti tipici. Non solo, verrà potenziato il trasporto pubblico e riprogettato il servizio idrico. A riguardo, c’è in programma il progetto “Uniti insieme, più risorse più acqua dalla montagna apuana alla montagna della Garfagnana”. L’idea prevede la pianificazione di interventi funzionali e diretti da parte di GAIA SPA. Altro punto chiave del programma: l’aeroporto del Cinquale. La zona è stata fin troppo maltrattata. Verranno messi in atto una serie di azioni rivolte a bonificare l’area per trasformarla in snodo strategico della mobilità turistica della nostra città e zone limitrofe. Infine, per Marina di Massa verrà lanciato il brand “Marina di Massa nel mondo”. La missione è quella di realizzare una politica di sviluppo internazionale, attraverso la collaborazione delle varie ambasciate estere presenti in Italia e la presenza della nostra città in eventi internazionali. Questo, al fine di indirizzare quanto più turismo nella nostra bella città. La squadra di Punto Zero ha formulato risposte chiare e fattibili per specifiche problematiche che la stessa comunità ha messo in evidenza, senza ottenere ad oggi adeguate risoluzioni. Non a caso, il candidato sindaco Bertilorenzi è impegnato ogni giorno ad incontrare i cittadini che lamentano evidenti criticità della nostra città. Il suo invito è non arrendersi, il 10 di giugno invita tutti, con il voto, a partecipare alla trasformazione della città. L’ hashtag che accompagna la campagna sui social è, non a caso, “facciamogli una sorpresa”.


MASSA LIBERA
Un calendario ricco di incontri ed eventi questa settimana per Massa Libera. Si parte con venerdì 25 maggio alle ore 19 al bar “Buena Onda” nel centro di Marina di Massa con un dibattito con la cittadinanza in cui sarà presente il candidato sindaco Lorenzo Pascucci che parlerà con i presenti delle idee innovative riguardanti il quartiere marinello. Sabato 26 maggio invece una giornata di festa; a partire dalle ore 18:00, presso il centro sportivo “Colline Massesi” il candidato sindaco di Massa Libera e tutti i candidati consiglieri invitano la cittadinanza a partecipare ad una giornata tra sport, musica e spettacolo. Si esibiranno allievi di note scuole di canto e di ballo massesi e in più tutti i partecipanti potranno giocare delle partite di calcetto. Infine domenica 27 maggio alle ore 19:00 presso il “Circolo Radicchi” in Via Zini, 58 sarà presente Lorenzo Pascucci con la candidata al consiglio Monica Radicchi. Durante l'incontro verranno trattati temi del programma elettorale. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

MARCO BONDIELLI - PARTITO COMUNISTA
Martedì 29 Maggio ore 21:00, in Piazza Garibaldi a Massa, il Partito Comunista con il candidato Sindaco Marco Bondielli e il Segretario Generale del Partito Comunista Marco Rizzo, per lanciare lo sprint finale della campagna elettorale. All’incontro saranno presenti ed interverranno anche gli ex operai Rational. La stampa e la cittadinanza tutta sono invitate a partecipare.
Mercoledì 23 maggio 2018 alle 23:02:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario all'erogazione del reddito di cittadinanza per i più poveri?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News