LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.55 del 21 Settembre 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

"Non sono ancora assegnati i 21 milioni per le bonifiche"

Mencarelli (M5s): "Non esiste alcuna delibera Cipe per quelle risorse al Sin di Massa-Carrara, il ministero non ha protocollato alcun atto che citi tale stanziamento e la Regione non ha ricevuto atti formali in merito"

`Non sono ancora assegnati i 21 milioni per le bonifiche`
Massa - In seguito all'interessamento del M5s sulla situazione delle bonifiche in area Sin/Sir, il sindaco di Massa Alessandro Volpi avrebbe dichiarato che il nostro territorio sarà oggetto di finanziamenti da parte del Cipe per 21 milioni di euro.

“Da approfondite ricerche e interrogazioni regionali però siamo venuti a conoscenza che ad oggi non esiste alcuna delibera Cipe che assegni quei milioni al Sin di Massa-Carrara, che il ministero non ha protocollato alcun atto che citi tale stanziamento e che la Regione infatti non ha ricevuto atti formali in merito” afferma la consigliera Mencarelli del M5s.

"Quello che risulta dai verbali del ministero dell'economia – prosegue la nota dei pentastellati – è che con la legge di stabilità del 2014 si sia iscritto a bilancio solo l'1,8% dell'intervento necessario per l'intero programma nazionale di sostegno agli interventi di sviluppo, anche ambientale, e di queste risorse solo il 20% sarà predisposto per gli investimenti dell'intero Centro-Nord. Risulta dagli atti che Sogesid, società dello Stato, in base agli accordi dovrà produrre entro ottobre 2018 un progetto integrativo di massima dell'intervento di bonifica dell'acqua di falda dell'area Sin che riterrà necessario, dopodiché se ci saranno risorse disponibili si potrà passare ad una progettazione esecutiva e successivamente alla realizzazione delle opere. La società ha già fatto sapere però che ci vorrebbero troppi soldi per bonificare il nostro territorio, quindi i cittadini di Massa dovranno accontentarsi di un palliativo".

"Quello che sappiamo – evidenzia il Movimento 5 Stelle – è che dal 2003 si sono cambiati solo i nomi dei fondi da cui attingere le risorse, dei dipartimenti che li gestiscono, si sono attribuite funzioni alle agenzie, si è dato vita a cabine di regia e si sono definiti i piani".

“Capite perché sono passati 70 anni dal momento zero dell'inquinamento del nostro territorio e si è effettuato solo il 5% delle bonifiche necessarie?” conclude la consigliera Mencarelli. “Quanta gente è stata sistemata però? Un altro dato certo infatti è che in tutto questo caos di enti, accordi di programma e conferenze si sono previsti 41,61 milioni di euro di assistenza tecnica per il periodo 2014/2020. Fortunatamente il M5s è riuscito a far approvare dal Consiglio regionale un atto che stabilisce un controllo semestrale sullo stato di avanzamento delle bonifiche".
Martedì 4 luglio 2017 alle 20:35:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





FOTOGALLERY


VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News