Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

"Le dimissioni mi sembrano in regola"

Il difensore civico regionale difende la posizione di Sergio Bordigoni

Scontro in Forza Italia
`Le dimissioni mi sembrano in regola`
Massa - “Ho esaminato con grande attenzione la questione da lei proposta ed ho acquisito i contributi dell’amministrazione comunale e di Evam S.pa. per una più completa conoscenza di tutti gli aspetti della fattispecie”. Il difensore civico regionale risponde all'appello di Roberta Dei con oggetto la verifica di ineleggibilità del consigliere Sergio Bordigoni. Nel documento, indirizzato ai due forzisti, al presidente del consiglio Stefano Benedetti, al sindaco Francesco Persiani, al Comune, a Evam e a Massimo Tognocchi che era stato chiamato a dare un parere tecnico al consiglio sulle tempistiche con le quali Bordigoni aveva presentato le sue dimissioni da Evam, il difensore civico chiarisce di aver “dato visura storica presso la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Massa e Carrara” e che questa lettura conferma l’efficacia delle dimissioni del consigliere dal 1 maggio 2018. La premessa del difensore è d’obbligo: “Il Difensore civico regionale nella fattispecie in esame non è attribuito un potere di valutazione della legittimità degli atti”. Ma esprime un parere riguardo quanto ricevuto dal Comune e da Evam. Del mancato rispetto dei dieci giorni a disposizione del consiglio per formulare osservazioni o per eliminare le cause di ineleggibilità sopravvenute o di incompatibilità spiega che comunque “non rende l’atto nullo in quanto la decorrenza del suddetto termine non esaurisce il potere del Consiglio Comunale di deliberare”. Il difensore civico commenta le procedure seguite e chiarisce di non avere possibilità di “commissionariamento” in quanto: “il potere sostitutivo si riferisce sempre all'omissione di un atto e non invece all'eventuale adozione di un atto viziato”. «Mi pare che il documento vada nella mia direzione», commenta Bordigoni. «L’ineleggibilità è una condizione in cui uno si trova e non può essere risolta. Mentre l’incompatibilità può essere sistemata. Dal mio punto di vista è questo il caso». «Ho consegnato delle dimissioni irrevocabili al presidente di Evam, sono state firmate e datata, se poi non è stata data comunicazione e pubblicizzazione dell’atto non significa che non valide, questo lo dice la Camera di commercio. Il presiende, poi, non mi aveva detto fai la Pec, quindi non mi sono preoccupato di fare ulteriori documenti».
Giovedì 11 ottobre 2018 alle 15:27:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News