Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 23.54 del 18 Dicembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Infiltrazioni mafiose, a Massa problema sottovalutato. Avevamo lanciato l'allarme»

Rifondazione comunista: «La politica è poco interessata. Il vero problema di sicurezza pubblica è questo»

dopo i 7 arresti
«Infiltrazioni mafiose, a Massa problema sottovalutato. Avevamo lanciato l´allarme»
Massa - «Non ci meravigliamo delle infiltrazioni mafiose nella nostra città, lo avevamo detto molto tempo fa che occorreva alzare la guardia e creare un presidio istituzionale. Non vediamo i segnali istituzionali necessari e siamo per questo preoccupati». Ad affermarlo è il circolo centro di Rifondazione Comunista di Massa.

«Durante la campagna elettorale – dicono da Rifondazione – lo avevamo detto chiaramente: siamo preoccupati dai segnali di infiltrazione di stampo mafioso nel nostro territorio. La nostra preoccupazione era, ed è, il frutto di un'attenta analisi dei fenomeni criminali che si sono succeduti in questi anni. Rifondazione Comunista partecipa attivamente alla Rete delle Città in comune e abbiamo da tempo contatti con l'istituto di Sant'anna di Pisa che effettua monitoraggi sulla criminalità organizzata in Toscana».

«Ciò ci ha portato ad elaborare il regolamento per l'Osservatorio per le infiltrazioni criminali che come Rete abbiamo proposto alle amministrazioni di Pisa, Firenze e Massa nell'aprile di quest'anno. Con la nostra proposta di osservatorio, abbiamo provato invece a portare l'attenzione sul problema che ritenevamo, e riteniamo, sia stato da tutti sottovalutato. La nostra fu una scelta concreta, basata su studi ed analisi inconfutabili, certamente poco popolare, perché capiamo essere imbarazzante ammettere che nella nostra città esiste ed agisce la Mafia, ma la realtà è questa, da anni. Altri hanno scelto la strada più populista, più facile, quella dell'attacco ai poveri e agli immigrati individuando in loro il vero problema di sicurezza pubblica. Possiamo dire oggi che alla luce degli ultimi fatti hanno sbagliato clamorosamente, hanno preferito qualche voto di pancia in più rispetto all'attenzione ai veri problemi».

«Ci meraviglia che anche nelle linee programmatiche dell'amministrazione presentate in questi giorni non ci sia un minimo accenno al problema e ci si concentri sempre e soltanto sul decoro, parola che ricorre nel testo delle linee ben 14 volte, più di turismo, anziani, ambiente, partecipazione, disabili. Eppure i segnali negli anni ci sono stati e questa stessa indagine riporta alla luce gli intrecci con famiglie mafiose che già sono state indagate e condannate proprio per affari economici nel nostro territorio. Intrecci economici, pubblici che avrebbero dovuto far riflettere. Ed è proprio il poco interesse della politica e delle amministrazioni che creano le pre- condizioni per il radicamento della criminalità organizzata».

«Come Rifondazione Comunista di Massa continueremo a lavorare su questo tema, tenendo alta l'attenzione e informeremo i cittadini di cosa è veramente la nostra città, fuori dalle narrazioni propagandistiche e poco reali. Combatteremo anche ogni tentativo di “distrazione” attuato attraverso azioni populiste e porteremo a galla i veri problemi di Massa, forse impopolari, forse legati a chi ha avuto in mano il potere economico nella nostra città, problemi che da troppo tempo stanno distruggendo il tessuto sociale ed economico della nostra città».
Domenica 18 novembre 2018 alle 22:35:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

A Massa tutte le sedute di Consiglio comunale si apriranno con l'inno nazionale. Sei favorevole o contrario?

Quanto spenderai per i regali di Natale?




























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News