Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 22.11 del 23 Luglio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Il sindaco chiarisca i costi del servizio di sicurezza» | Foto | Video

Il collettivo Massa Città in Comune chiede chiarezza sulle spese reali della manifestazione del 21 marzo

polemiche senza fine
Massa - La primavera è arrivata. L'inaugurazione della stele dedicata ad Ubaldo Bellugi, dopo mesi di contestazioni, si è conclusa. Le proteste dei cittadini contrari all'opera chi lo sa. Certo è che il giorno dopo la cerimonia di presentazione del monolite con su incisa la poesia "Primavera de Massa" scritta dal vecchio podestà della provincia, c'è chi si interroga su quanto sia effettivamente costata alla comunità la manifestazione. Che sulla carta - come ha sottolineato più volte l'amministrazione di Francesco Persiani - è stata accolta dall'ente per posizionare «la stele gratuita» voluta da un «privato cittadino».

Sì perché oltre al monolite in sé, per realizzare l'evento di giovedì sono stati necessari alcuni servizi aggiuntivi. Tipo la cornice di sicurezza che le forze dell'ordine sono state obbligate a dispiegare per garantire una serena celebrazione ai presenti. Un dispiegamento di forze di polizia, carabinieri, polizia municipale, guardia di finanza, decisamente ingente. Che non è passato inosservato ai cittadini che hanno provato a transitare dai Quercioli. Insomma a festa finita, c'è chi chiede il conto.

«Quanto costa alla collettività blindare i Quercioli per soddisfare il protagonismo intellettuale di un ragioniere appassionato di storia? Crediamo che debbano a questo punto venire fuori i reali costi a carico dei cittadini dell'operazione di revisionismo storico, incarnata dal monolite, volta a esaltare il podestà fascista Bellugi». A scrivere è Massa Città in Comune, collettivo di sinistra che mette al centro dei suo interventi i criteri di gestione dei beni comuni. In questo caso, del denaro pubblico. «Decine di persone e mezzi delle forze di sicurezza sono impegnate da questa mattina presto (ieri per chi legge, ndc) a controllare una ridicola operazione che urta e suscita sdegno molto più delle opere di Veneziano, già vagliate positivamente dal ragioniere amante del Bellugi. Sarebbe utile che l'azienda che ha fornito il marmo si facesse carico di tutte le spese. E sarebbe bene renderne nota l'identità. C'è qualcuno che si vergogna di essere lo sponsor occulto di questa operazione? Abbia il coraggio e rivendichi la donazione e paghi i costi di pubblica sicurezza che oggi sono a carica di tutti noi». Il collettivo si allinea alla posizione dell'Anpi locale, che nelle settimane passate aveva affermato di disconoscere le istituzioni locali. E chiama il primo cittadino «avvocato».

«L'avvocato Persiani se fosse coerente si revocherebbe dalla carica immediatamente, non sarà così ovvio ma la sua parabola politica è già finita, se non ne prenderà atto oggi dovrà farlo sicuramente da domani. Un politico che fa blindare una parte di città e ci si rinchiude dentro con la sua "squadrotta" dovrebbe capire di aver già perso, ma Persiani è un avvocato e ragionando come tale pensa che arriverà un'assoluzione a salvarlo; sappia però che il danno morale non è stato risarcito e prima o poi sarà costretto a pagarlo insieme a tutti coloro che oggi inneggiano al podestà fascista Bellugi». Insomma il collettivo chiede alle istituzioni di rendere le note le "fatture" emesse in occasione della giornata del 21 marzo. Scongiurando conti salati. Perché "oltre a lunario", anche i conti pubblici non possono mai mentire.
Venerdì 22 marzo 2019 alle 20:34:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fotogallery

Video

21/03/2019 - Inaugurato il monolite alla poesia "Primavera de Massa" di Ubaldo Bellugi



Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News