Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 23.54 del 18 Dicembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Il presepe nelle scuole massesi? Quella mozione è pura ipocrisia»

L'attacco di Rifondazione Comunista alla Lega per il documento che sarà presentato nel Consiglio comunale di oggi, giovedì 29 novembre

«anche quella era una famiglia di profughi»
«Il presepe nelle scuole massesi? Quella mozione è pura ipocrisia»
Massa - Il circolo di Rifondazione Comunista commenta la mozione in merito “all'opportunità di allestire per il prossimo Natale un presepe nelle scuole e nel Palazzo Ducale” che verrà discussa oggi, giovedì 29 novembre, in Consiglio comunale, su iniziativa della Lega. «La mozione della Lega che impegna il sindaco e l’assessora all'istruzione Nadia Marnica a sollecitare le istituzioni scolastiche del territorio comunale perché allestiscano un presepe è un imbarazzante concentrato di ipocrisia. La Lega non ha nessun ritegno nell'usare parole come “uguaglianza”, “amore”, “tolleranza”, “pace” per giustificare la sua patetica operazione di propaganda locale negli stessi giorni in cui nelle aule del Parlamento fa approvare una legge che di fatto smantella la protezione umanitaria per i profughi che chiedono asilo nel nostro paese».

Rifondazione sottolinea il messaggio di accoglienza che il presepe porta con sé e si interroga: «Quale destino incontrerebbe oggi in Italia quella famiglia? Verrebbe respinta in mare? Verrebbe sgomberata con le ruspe da un campo di accoglienza? Dove stanno “l’amore”, “la tolleranza”, “la pace” che la Lega pretende di insegnare ai bambini delle nostre scuole invitandoli a preparare un presepe?».

«Quella famiglia, di cui invita a esporre l’immagine in tutte le scuole del comune, fu, secondo i Vangeli, essa stessa una famiglia di profughi, che cercava scampo da una persecuzione. Poveri, profughi, stranieri».

«E questa ipocrisia risulta ancor più insopportabile se si considera che un’operazione come questa ha il solo scopo di coprire con una colata di retorica l’inconcludenza dell’azione amministrativa di questi mesi. A fronte della palese incapacità dell’amministrazione di risolvere anche uno solo dei problemi della città, la Lega prova, come al solito, a spostare l’attenzione su problemi inesistenti, per esempio la fantomatica “censura dei riferimenti al Natale nei luoghi pubblici”. Se la Lega vuole occuparsi di scuola, visto che è al governo della città, pensi piuttosto a risolvere i problemi di manutenzione degli istituti scolastici di sua competenza, a garantire il diritto agli alunni che vivono nelle periferie a raggiungere la scuola con i mezzi pubblici, ad incrementare i servizi educativi per la prima infanzia, a potenziare il servizio degli Operatori Socio Educativi per gli alunni con disabilità. Tutto il resto sono parole, evidentemente, vuote».
Giovedì 29 novembre 2018 alle 12:46:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

A Massa tutte le sedute di Consiglio comunale si apriranno con l'inno nazionale. Sei favorevole o contrario?

Quanto spenderai per i regali di Natale?




























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News