Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 21.35 del 18 Settembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Falda inquinata, gli interventi di Persiani sono un danno d'immagine»

Lo affermano dalla segreteria comunale del Pd di Massa: «se possiamo intervenire in maniera risolutiva su un'area ben circoscritta lo dobbiamo all'accordo di programma tra enti locali e governo di centro sinistra»

veleni in zona industriale
Massa - «Dai dati sullo stato della falda possiamo affermare con assoluta certezza che tutti gli interventi previsti dalle istituzioni per determinare il pieno recupero delle aree della zona industriale erano quelli giusti». Lo afferma la segreteria comunale del Partito Democratico di Massa. «Oggi se possiamo intervenire in maniera risolutiva su un'area ben circoscritta lo dobbiamo all'accordo di programma tra enti locali e governo di centro sinistra e soprattutto al buon lavoro che hanno svolto le "barriere idrauliche", le quali hanno impedito all'inquinamento prodotto in zona industriale, di propagarsi a tutta la falda».

«A dimostrazione di ciò ci sono gli eccellenti dati sulla qualità dell'acqua del nostro acquedotto. Questi interventi voluti fortemente dalle comunità locali hanno permesso di confinare l'inquinamento la dove si era prodotto. Si provi solo per un secondo a pensare cosa sarebbe oggi il nostro territorio se non si fossero fatte quelle scelte. Purtroppo oggi assistiamo ad una forma di inquinamento che non ha nulla a che fare con l'ambiente ma investe purtroppo la mente, in primis di chi ci governa. La prassi adottata da sindaco e partiti di maggioranza è mossa solo ed esclusivamente da risentimento e in totale assenza di senso di responsabilità, prerequisito indispensabile per coloro che ricoprono ruoli di governo in particolare quando si parla di salute e qualità di vita. La situazione che emerge dagli interventi del sindaco Persiani recano al nostro tessuto produttivo un danno di immagine, diretto e indiretto, incalcolabile e, che per ripararlo serviranno anni di duro lavoro».

«Il sindaco Francesco Persiani e la sua maggioranza sono riusciti a trasformare le tanto attese bonifiche da fattore positivo e grande opportunità per lo sviluppo del nostro territorio ad elemento negativo che ci riporta indietro ai tempi difficili dopo i tragici eventi legati alla presenza delle attività legate al polo chimico. Le dichiarazioni e la gestione allegra delle informazioni sui dati dell'inquinamento, nel periodo che ha preceduto le elezioni europee sono la conferma della mancanza dei principi basilare indispensabili per chi ha responsabilità di governo. È un fatto ormai storicamente accertato che per il rilancio economico e produttivo del nostro territorio era necessario il superamento delle problematiche insite nel Sin di Massa-Carrara e che le procedure per avviare i lavori di bonifica sarebbero state facilitate dalla deperimetrazione affidando alla regione competenze e risorse con la finalità di snellire le procedure di bonifica e di analisi dei potenziali rischi al fine di restituzione le aree delle zone bonificate ai loro usi legittimi, condizione, peraltro, necessaria per l'insediamento di nuove attività. Finita la fase della caratterizzazione oggi inoltre sarà più facile individuare le cause dell'inquinamento al fine di stabilire di chi sono le responsabilità e addebitare così i costi della bonifica. Purtroppo questa maggioranza, dopo un anno pensa ancora di essere in campagna elettorale permanente e tira a campare vivendo di luce riflessa per il lavoro fatto dalle amministrazioni precedenti. Così per i cittadini al danno si aggiunge la beffa di avere una classe dirigente che abdica al ruolo che gli compete; governare e risolvere i problemi».
Domenica 9 giugno 2019 alle 20:19:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News