Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.24 del 20 Settembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

È battaglia in Forza Italia per un posto in Consiglio comunale

A reclamare il seggio è Roberta Dei la prima dei non eletti alle ultime elezioni amministrative di Massa

«MI RIVOLGERÒ AGLI ORGANI COMPETENTI»
È battaglia in Forza Italia per un posto in Consiglio comunale
Massa - «Premesso che la sottoscritta era candidata al Consiglio comunale di Massa nelle liste di Forza Italia e che risulterebbe essere la prima dei non eletti in detta lista avendo preso voti 75, esattamente come il signor Sergio Bordigoni che risulterebbe invece "eletto", in quanto la lettera B del suo cognome viene prima della D del mio». È polemica in Forza Italia per un posto in Consiglio comunale a Massa. Roberta Dei, la prima dei non eletti nelle liste del partito azzurro va all'attacco reclamando il posto che ha preso Sergio Bordigoni.

«È bene precisare – prosegue Dei – che non sono eleggibili alla carica di sindaco, presidente della Provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale i legali rappresentanti ed i dirigenti delle società per azioni con capitale superiore al 50% rispettivamente del Comune come lo è Evam a Massa di cui il Bordigone era membro del Cda. Alla luce della votazione avvenuta il giorno 13 agosto del Consiglio comunale sulla ineleggibilità o meno da consigliere comunale di Sergio Bordigoni ritengo che tale votazione avvenuta senza avere avuto un parere tecnico e amministrativo sul caso in questione. La maggioranza ha ottenuto 15 voti a favore del Bordigoni. È stato altrettanto vergognosa che il Bordigoni abbia votato, aldilà delle leggi fatte male, il Bordigone doveva dimostrare un minimo di correttezza e soprattutto di stile evitando di votare (votarsi). Le precisazioni scritte del presidente Evam dottor Pileri inviate al dottor Tognocchi dovevano essere prese lette e capite dai consiglieri in quanto precisazioni che chiariscono l'intera questione; questo non è avvenuto e non capisco con quale criterio si sia arrivati a votare.Preciso come si evince dai verbali Evam che il Bordigoni era presente a pieno titolo e diritto alla riunione del Cda Evam del 24/05/2018 dopo, riferisce lui, aver dato le dimissione a Pileri che infatti in quella occasione Pileri lo invita a formalizzarle, nei termini di legge previsti, tramite Pec. Per rispetto ai miei elettori che in questi giorni mi invitano a fare chiarezza su una questione che appare per lo meno intensamente ingarbugliata e poco chiara mi rivolgerò agli organi competenti per fare piena luce, precisando ancora che in questo caso il Consiglio comunale non era nelle condizioni di poter e dover prendere una decisione».
Venerdì 17 agosto 2018 alle 12:38:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News