Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 13.34 del 12 Novembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Sanac, si avvicina il 30 settembre: sale la preoccupazione

La Commissione Lavoro incontra i sindacati per la vertenza. Il Comune: «Arcelor Mittal e Mise devono dimostrare coi fatti di arrivare a una risoluzione positiva»

l'azienda massese
Massa - Oggi, venerdì, nel corso della commissione consiliare Lavoro del Comune di Massa, presieduta da Marco Battistini, sono state ascoltate le rappresentanze sindacali Cgil, Cisl, Uil, le Rsu e il capo di gabinetto del sindaco di Massa, Daniele Pepe, sulla delicata situazione dei lavoratori della Sanac.

Alla luce dei recenti tavoli istituzionali che si sono tenuti lo scorso 13 settembre in Provincia e 18 settembre al Ministero, il presidente di commissione ha ritenuto opportuno riconvocare i sindacati per gli aggiornamenti circa gli esiti di questi incontri dato che riguardano direttamente la posizione lavorativa di ben 120 lavoratori dell'azienda Sanac di Massa.

Questa mattina è emersa, ancora una volta, la forte preoccupazione per la situazione in essere: siamo ormai a pochi giorni dalla scadenza del 30 settembre. La situazione appare ancora incerta e il punto fondamentale e più urgente è che si arrivi al più presto alla creazione di un tavolo a Roma al Ministero dello Sviluppo Economico che riunisca tutte le parti in causa per tutelare i posti di lavoro a rischio.

Ognuno dei presenti, per le rispettive competenze e posizioni, si è assunto l'impegno di fare qualcosa per dare concretezza a quel documento sottoscritto in Provincia da esponenti politici delle istituzioni locali ed onorevoli del nostro territorio. Per quanto riguarda la posizione del Comune di Massa, l’amministrazione comunale e la Commissione Lavoro si sono impegnati a sollecitare gli organi istituzionali locali competenti affinché si attivino per arrivare al più presto alla formazione del tavolo.

«Questo è il momento decisivo di tutta la vertenza – afferma l'amministrazione massese – in cui Arcelor Mittal e il Mise devono dimostrare coi fatti la volontà di arrivare ad una soluzione positiva che permetta la salvaguardia di tutto il battente occupazionale dello stabilimento di Massa, senza ricorrere alla cassa integrazione, prevista per novembre».

«I sindacati ci hanno ringraziato la commissione per la vicinanza e la disponibilità dimostrata – ha dichiarato il presidente Battistini - questa battaglia è di tutta la città, a salvaguardia di un territorio che già soffre cronicamente di mancanza di lavoro, ed è assolutamente necessario mettere in atto tutto ciò che è in nostro potere affinché si scongiuri il rischio che 120 lavoratori massesi restino a casa».
Venerdì 27 settembre 2019 alle 16:39:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News