LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.55 del 21 Settembre 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Crollo dell'edilizia in provincia: imprese diminuite del 13% negli ultimi sei anni

Picco negativo a Massa. Sodini: "Il regolamento urbanistico sarà strumento utile"

Crollo dell´edilizia in provincia: imprese diminuite del 13% negli ultimi sei anni
Massa - Crollo nel settore edilizio in provincia: dal 2010 (dati rapporto rconomia 2016 della CCIAA/ISR), a livello provinciale sono state perse 520 imprese, di cui 450 sulla costa, e gli occupati sono diminuiti di 3.000 unità, ovvero quasi il 40% della forza occupazionale di 6 anni fa (di cui 1.000 solo negli ultimi 12 mesi), scendendo ad un bacino occupazionale di 4.600 unità.

Mentre a livello complessivo provinciale le imprese sono diminuite nel periodo 2010-2016 del 13,1%, a Massa lo stesso dato è del 15,6, quindi, considerando anche il peso del capoluogo, ben sopra la media in termini negativi.Complessivamente nel 2016 il settore ha riscontrato un diminuzione di fatturato dello 0,2% e soprattutto una riduzione dei finanziamenti bancari a medio lungo termine dell’11%: un valore molto elevato.

Il presidente della Camera di Commercio Dino Sodini ha così commentato la situazione settoriale e quella di Massa: “In questi giorni, in vista del passaggio in commissione urbanistica del Consiglio di Massa, la polemica politica sul regolamento urbanistico sta inevitabilmente montando. C'è una grande attesa che mi auguro si traduca in una discussione da cui poi si arrivi all'approvazione".

"Capisco sia molto difficile raggiungere l'unanimità su un tema così delicato – ha aggiunto Sodini – ma credo che anche in una fase successiva si possano apportare dei miglioramenti e delle integrazioni. Non entro nel merito della dialettica politica, quello su cui chiedo di riflettere sono i dati andamentali del settore in questi ultimi anni. Un panorama obiettivamente drammatico che non permette di girare lo sguardo".

"Se l'approvazione del regolamento urbanistico sia la soluzione a tutti i problemi, è difficile dirlo. Certamente però questo strumento dà certezze alle imprese ed ai privati per i loro investimenti e ne stimola dei nuovi. Quindi un effetto positivo sicuramente ce l'ha. Non possiamo dimenticate che l'edilizia è un settore particolare, riallocando molto del valore aggiunto in loco (95,8%, dato ANCE), molto di più degli altri settori produttivi, perché è naturalmente più legato alle imprese della filiera presenti sul territorio ed ha un sorprendente effetto moltiplicativo (1 euro di investimenti in costruzioni genera 3,513 euro come effetti diretti, indiretti ed indotti, dato ANCE), incrementando ovviamente l’occupazione diretta ed indiretta".

"L'invito accorato che quindi faccio, avendo a cuore la crescita economica ed il benessere del nostro territorio, è che al di là delle fisiologiche ed anche giuste discussioni, si proceda spediatamente con l'approvazione del Regolamento Urbanistico del nostro capoluogo. Sono 37 anni che manca e non possiamo attendere ulteriormente. I benefici andranno alle imprese edili, a quelle dell'indotto, ai privati, alle imprese degli altri settori, alla Pubblica Amministrazione ed in generale a tutta l'economia provinciale,” ha concluso il presidente.
Martedì 29 agosto 2017 alle 11:46:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





FOTOGALLERY


VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News