Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 21.34 del 12 Novembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Sanac, i sindacati riportano versioni distorte. Una vergogna»

Il deputato massese del M5s Riccardo Ricciardi interviene sulla vicenda prendendo le difese del Governo. Nardi (Pd) contro Persiani

l'azienda massese
Massa - Ancora tanta incertezza e un diffuso pessimismo riguardo alla vicenda Sanac, specialmente da parte di lavoratori e sindacati che, negli ultimi giorni, insieme al PD hanno rivolto pesanti accuse al Governo, definendolo assente.

In risposta a ciò, è intervenuto in un video diffuso via social il deputato massese del Movimento 5 Stelle Riccardo Ricciardi: "Ho letto sui giornali locali che i sindacati parlano di assenza del Governo. Bene, ieri l'altro, mercoledì, eravamo a un tavolo al Ministero dello Sviluppo Economico richiesto dai sindacati e immediatamente convocato dal Governo. Un Governo che è quindi partecipe e coinvolto quotidianamente in questa vicenda. E i sindacati lo sanno, lo hanno visto, ma continuano a riportare versioni completamente distorte.

Per me loro, che dovrebbero rappresentare i lavoratori sul territorio e comunicare loro la realtà dei fatti, hanno perso ogni credibilità - afferma amaramente Ricciardi - Garantisco che tutti i ministri coinvolti nella vicenda Sanac e i parlamentari seguono quotidianamente i destini di Arcelor Mittal. Leggere nei giornali una versione distorta dei fatti, soprattutto da parte dei sindacati, è vergognoso".

Per quel che riguarda i parlamentari del PD - prosegue - soprattutto Cosimo Ferri, gli suggerirei di pensare alle vicende che lo riguardano, che non sono proprio edificanti. Ovviamente ha tutto il diritto di parlare di quello che ritiene opportuno. Ma io gli rispondo: quell'immunità l'avevate promessa voi. Promettevate a un imprenditore di fare impresa godendo dell'immunità penale. Noi con il decreto crescita, approvato questa settimana al Senato, abbiamo chiuso ogni situazione di questo tipo. Il ministro Di Maio ha firmato con Arcelor Mittal un contratto nel quale l'immunità penale non esiste. Quindi a Taranto, finalmente, la legge sarà uguale per tutti".

Proprio a proposito di quest'ultimo aspetto, ha detto la sua anche la deputata del Pd Martina Nardi: “Il sindaco di Massa Persiani dovrebbe scrivere al ministro del suo Governo, Luigi Di Maio, perché il problema è molto più grosso di quello che sta apparendo e molto più complesso. Lo slittamento dell’investimento è avvenuto a causa di una norma scellerata inserita da questo Governo nel decreto crescita. Mi spiego meglio: con il Governo Renzi i reati ascrivibili alle gestioni precedenti delle aziende rendevano impuniti i nuovi compratori. Scrivemmo quella norma perché altrimenti Ilva non l’avrebbe comprata nessuno. Lega e 5 Stelle l’hanno tolta. Il decreto è stato votato in Parlamento la loro norma è passata. Il sindaco di Massa dovrebbe capire che se non fanno marcia indietro su quel provvedimento Arcelor Mittal se ne andrà, e ne avrà tutti i diritti, e a rischio non ci saranno soltanto i 130 lavoratori Sanac di Massa, ma 40mila lavoratori".

CLAUDIA CELLA

Sabato 29 giugno 2019 alle 10:03:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News