Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Un convegno sull'infarto miocardico acuto all'ospedale del Cuore

L'evento si terrà sabato 12 maggio. Vatteroni: «Importante contrastare la patologia tempo-dipendente»

Un convegno sull´infarto miocardico acuto all´ospedale del Cuore
Massa - “L’infarto miocardico acuto - STEMI nel 2018”: questo il titolo del convegno a carattere interregionale organizzato dalla Fondazione Toscana” Gabriele Monasterio” per la Ricerca Medica e di Sanità Pubblica CNR d’intesa con il 118 di Massa-Carrara. L’incontro si terrà per l’intera giornata di sabato 12 maggio (inizio ore 9 nella sala convegni dell’ospedale del Cuore “G. Pasquinucci” via Aurelia Sud a Massa.

L’evento sarà aperto dal dottor Luciano Ciucci Direttore della Fondazione “Monasterio” e dalla dottoressa Maria Teresa De Lauretis Direttore Generale asl Nord Ovest; i lavori diretti dal dottor Sergio Berti, Direttore dell’Unità operativa complessa di Cardiologia Diagnostica ed Interventistica Ospedale del Cuore della stessa Fondazione “G. Monasterio”. Responsabile scientifica dei lavori nonché relatrice la dottoressa Maria Laura Valcelli Referente Formazione Personale 118 Polo Nord AUSL Toscana Nord Ovest che si occupa di queste problematiche. Assieme alla dottoressa Valcelli anche il Dott. Alberto Ranieri De Caterina – dell’Unità operativa di Cardiologia Diagnostica Interventistica Ospedale del Cuore – Fondazione “G. Monasterio” . L’evento ha ottenuto 8 crediti ECM per medici chirurghi e infermieri e l’iscrizione è gratuita ma i posti, a disposizione, sono solo 45.

“Importante questo convegno – dice il dottor Umberto Roberto Vatteroni, responsabile Emergenza ed Urgenza Territoriale Massa Carrara e Lunigiana - in cui si tratterà di una patologia di grande importanza epidemiologica nei paesi industrializzati. La Medicina ha fatto grandi progressi nella cura di questa malattia. Resta, però, una patologia cosiddetta tempo dipendente, in cui i minuti che trascorrono tra la diagnosi e la somministrazione delle cure nella struttura più adatta fa la differenza tra un buon ed un cattivo risultato. E’ per questo motivo che da anni i Sistemi 118, in sinergia con Pronto Soccorso, Cardiologi ed Emodinamisti, hanno ideato e realizzato delle “reti” ossia dei percorsi diagnostico-terapeutici prestabiliti che vengono attivati già al primo contatto tra paziente e medico del 118 (o del pronto soccorso) e che ne prevedono un immediato trasferimento presso l’Ospedale più idoneo. Perché questi percorsi siano efficienti è necessario che tutte le componenti della “rete” siano sincronizzate, dotate di apparecchiature all’avanguardia e continuamente formate ed aggiornate sulle novità e sulle rivisitazioni dei protocolli esistenti.”
Martedì 8 maggio 2018 alle 19:00:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News