Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 08.02 del 20 Settembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Piazza Aranci, una grande meridiana: ecco come funziona

Il cartello divelto dai vandali è stato ripristinato e lo storico massese Franco Frediani racconta la storia di questo "strumento" per leggere l'ora

il centro di massa
Piazza Aranci, una grande meridiana: ecco come funziona
Massa - «Da alcuni giorni l’amministrazione Comunale, in accoglimento alla nostra richiesta, ha provveduto a ricollocare in piazza degli Aranci il cartello esplicativo della Meridiana da tempo divelto e asportato da alcuni vandali». Lo afferma lo storico massese Franco Frediani che racconta la storia di piazza Aranci col suo obelisco che funziona come una meridiana.

«A nome e per conto dell’Accademia di Porta Quaranta – prosegue Frediani – che quel cartello volle, ringrazio quindi sentitamente l’Assessore Marco Guidi, l’ing. Della Pina e l’arch. Bellucci per aver provveduto in merito . A molti massesi è poco noto ma dobbiamo all’ingegno dei compianti prof. Gian Angelo Dell’Amico e Giovanni Del Freo la realizzazione della Meridiana, uno strumento che non vuol essere, né può esserlo, di precisione ma semplicemente un piacevole ornamento culturale della piazza, con l’obelisco che funge da gnomone e i dischi marmorei sulla pavimentazione a segnare gli equinozi e i solstizi».

«Ma come funziona? Il mezzogiorno vero in piazza Aranci – spiega lo storico – cioè l’istante in cui il sole raggiunge la sua massima altezza all’orizzonte, o meglio, passa al meridiano, è sempre in ritardo rispetto al mezzogiorno segnato dai nostri orologi. Questo ritardo dipende dalla differenza di longitudine tra Massa e il meridiano centrale del fuso dell’Europa Centrale e dalla equazione del tempo, è variabile nel corso dell’anno, di circa 3 minuti nei primi giorni di novembre ad un massimo di circa 33 minuti nel mese di febbraio. Anche per uno stesso giorno dell’anno il ritardo, seppur per non molti secondi, varia da un anno all’altro a causa del variare dell’equazione del tempo. La meridiana con i tre dischi marmorei fissati sul pavimento della piazza indica la direzione Nord-Sud sulla quale si abbatte l’ombra dell’obelisco nell’istante del mezzogiorno vero. La lunghezza dell’ombra in quell’istante varia da un giorno all’altro in modo tale che l’ombra della sommità dell’obelisco passa sui tre dischi quattro volte nel corso dell’anno».
Domenica 9 giugno 2019 alle 16:28:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News