Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 21.07 del 8 Dicembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Le opere di Agostino Cancogni ispirate a Gabriele D'Annunzio

Ingresso libero. Aperta tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, dalle 16 alle 19

Le opere di Agostino Cancogni ispirate a Gabriele D´Annunzio
Massa - “Dalle odi di Gabriele D’Annunzio. Simbiosi” è il titolo della mostra dell’artista Agostino Cancogni, che sarà inaugurata giovedì 31 ottobre alle ore 18 a Palazzo Ducale e che si protrarrà fino al 27 novembre.

Saranno circa 30 le opere che verranno esposte nella Sala degli Specchi che si ispirano, come suggerisce il titolo, alle Odi dannunziane. Quadri di grandi dimensioni, realizzati con le tecniche dell’olio su tela e olio su tavola. Sono molti gli aspetti che rendono particolare ed unica questa mostra: prima di tutto, non è la classica esposizione di quadri che vengono spostati da un edificio all’altro, ma è una mostra in continuo mutamento: “non mi è mai piaciuta l’idea di una mostra statica – ha spiegato l’artista Agostino Cancogni in conferenza stampa, affiancato dal critico d’arte Lodovico Gierut e dall’assessore alla cultura Veronica Ravagli – infatti, cerco sempre di rinnovarla aggiungendo o togliendo opere, in modo da mantenere la mostra sempre fresca e nuova”. L’altra peculiarità dell’esposizione di Palazzo Ducale riguarda la nomenclatura: le opere non avranno un titolo, bensì una piccola descrizione tratta dall’opera dannunziana, che sarà in grado di suscitare e catapultare il visitatore all’interno della visione artistica del pittore.

Agostino Cancogni è nato a Forte dei Marmi il 26 novembre del 1950; si è diplomato al Liceo Artistico di Carrara e a diciannove anni è entrato all'Accademia di Scultura diplomandosi col massimo dei voti.

Le sue opere fanno parte di collezioni in Italia e all'estero: Arabia, Inghilterra, Svizzera, Germania e Stati Uniti.

Cancogni si è dedicato agli studi di anatomia classica e di disegno, per poi dedicarsi alla scultura, un amore trasmessogli dal padre, anch'egli scultore, ma in questa mostra ci farà conoscere anche le sue doti da pittore. “Con l’appuntamento di giovedì si inaugura un ciclo di mostre programmate con artisti di un certo livello – ha detto l’assessore Ravagli – che andranno a valorizzare uno dei palazzi storici della nostra città. Invito tutti i massesi, ma anche i turisti, a visitare la mostra di Agostino anche se l’hanno già vista, perché è in continua trasformazione e ne vale veramente la pena”.

La mostra è a ingresso libero e sarà visitabile tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, dalle 16 alle 19. Durante il weekend, per chi fosse interessato, sarà presente anche l’artista.
Lunedì 28 ottobre 2019 alle 16:04:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News