Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Allestire mostre d'arte nel proprio giardino, il progetto a Borgo del Ponte

La mostra di quadri dell'artista Giorgio Giuseppini visitabile a casa di Luca e Marco

L'idea
Allestire mostre d´arte nel proprio giardino, il progetto a Borgo del Ponte
Massa - Allestire una mostra a casa, nel proprio giardino. Lontano dalle strette mura di un palazzo e dai toni formali di una cerimonia. L'idea nasce da un gruppo di residenti di Borgo del Ponte, quartiere storico della città di Massa: Luca, Marco, Giorgio e Franco. Fanno lavori diversi e hanno età diverse, ma condividono le strade di quella piccola frazione e un giorno, incontrandosi, capiscono di piacersi. È così che prende vita l’esposizione di opere di Giorgio Giuseppini a casa di Luca Mosti e Marco Oddone realizzata con il sostegno di Franco Rossi.

«Prima di avere il piacere di conoscere personalmente il professor Giorgio GIuseppini - racconta Luca Mosti - capitava di incontrarci per le vie del Borgo nel quale entrambi abitiamo e di lui mi incuriosiva il volto sognante, sovrappensiero, come se qualcosa lo stesse conducendo lontano dal luogo dove si trovava, dalle persone che gli passavano accanto, lontano da dove i suoi stessi passi lo stavano portando».

Forse lo riportavano agli anni ‘70, anni in cui ha iniziato a realizzare opere dall’ordine plastico con forme fantastiche disegnate su fondi ben ripartiti realizzati in acrilici e cere. I suoi quadri affrontano un percorso di colori spesso in contrasto, dai rossi vivaci alle trasparenze sfumate ai neri e agli azzurri. Giuseppini è stato docente di discipline pittoriche per molti anni, a Carrara e a Bologna. I colori, racconta, da tutta la vita rappresentano la sua chiave di lettura del mondo che lo circonda. «Vorrei ringraziare Luca e Marco per aver capito il mio stato d’animo, la mia sensibilità e il significato della solitudine di chi dell’arte fa una ragione di sopravvivenza. La sofferenza di chi sente la vita come un impegno che si trasforma in forza, attraverso il significato dei colori».

Il titolo della mostra è Memorie. È organizzata dal contenitore di idee Pagine e foglie che ha l’obiettivo di “dare spazio a chi ha voglia di dire qualcosa”. È visitabile su richiesta contattando l’indirizzo mail marco.oddone@hotmail.com. E ovviamente è ad ingresso gratuito.
CAMILLA PALAGI
Giovedì 25 luglio 2019 alle 22:46:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News