Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.13 del 18 Dicembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Ai Servi la mini-stagione teatrale di Massa: ecco i 7 spettacoli

In programma anche la prima de La Locandiera con Amanda Sandrelli. Saranno 140 i posti disponibili a fronte dei 484 del Guglielmi. Novità "Carta verde"

anche shakespeare e dario fo
Ai Servi la mini-stagione teatrale di Massa: ecco i 7 spettacoli
Massa - «Finalmente ci siamo. Lo abbiamo annunciato e lo avevamo detto che saremmo usciti quanto prima con la stagione di prosa 2018 - 2019. Sono lieta di essere arrivata a questo giorno. I contatti con Fondazione Toscana Spettacoli Onlus, già dalla fine di settembre, si sono subito manifestati all'insegna della collaborazione. Nonostante una stagione “equilibrio”, data la carenza di spazi, abbiamo gettato le basi per una futura collaborazione, uno sguardo verso il futuro, anche se resta il rammarico di aver dovuto fare a meno degli eventi dedicati alla danza. Ma è soltanto un arrivederci, ci prepariamo ad un 2019 in grande con la riapertura del teatro Guglielmi». A parlare è l’assessore alla cultura Eleonora Lama. Questa mattina (mercoledì, 14) l'amministrazione comunale ha presentato il calendario della stagione teatrale che si svolgerà al teatrino dei Servi, data la continua chiusura del teatro Guglielmi.

La presidente della fondazione Toscana Spettacoli Onlus, Beatrice Magnolfi, l’ha definita una «stagione “ponte”». «Una stagione – ha detto la dottoressa Magnolfi - che vuole guardare al futuro senza rassegnazione, per continuare a garantire al pubblico di Massa, fiore all'occhiello della nostra semina in questi anni in territorio toscano, un’offerta di qualità».

Tutti gli spettacoli avranno inizio alle 21. Il calendario prevede: sabato 15 e domenica 16 dicembre la prima de “La locandiera”, di Carlo Goldoni con Amanda Sandrelli. Adattamento e drammaturgia di Francesco Niccolini, con Alex Cendron e la produzione Arca Azzurra produzioni, del teatro stabile di Verona.

Martedì 15 e mercoledì 16 gennaio ci sarà “Who is the king?”, tratto dalla serie Riccardo II e Enrico IV di Wiliam Shakespeare. Un progetto di Lino Musella, Andrea Baracco, Paolo Mazzarelli. La produzione è del teatro Franco Parenti, La Pirandellina e Marche Teatro.
Martedì 5 e mercoledì 6 febbraio sarà il turno di “Tutta Casa, letto e chiesa“ con Valentina Lodovini, tratto dal testo di Dario Fo e Franca Rame. La produzione è di Piefrancesco Pisanini e del Teatro Piemonte Europa.

Sabato 16 e domenica 17 febbraio “La famiglia Campione”, con Gli Omini, dal testo di Francesco Rotelli, Luca Zacchini, Francesca Sarteanesi e Giulia Zacchini. Produzione Gli Omini.
Sabato 2 e domenica 3 marzo, si terrà “Da parte loro nessuna domanda imbarazzante”, progetto ispirato a L’amica geniale, liberamente tratto dalla quadrilogia di Elena Ferrante, pubblicata da Edizioni E/O, dall’idea di Luigi De Angelis, Chiara Lagani, Fiorenza Menni. La produzione è di E/Fanny & Alexander, Ateliersi.

Venerdì 29 e sabato 30 marzo in scena “Il piacere dell’onestà”, di Luigi Pirandello, con la regia di Alessandro Averone e la produzione del Teatro Metastasio di Prato.
Infine mercoledì 17 e giovedì 18 aprile si svolgerà lo spettacolo “La verità di Bakersfield”, di Stephen Sachs, con Marina Massironi e Roberto Citran, la produzione è di Nidodiragno/Cmc – Sara Novarese – Pickford.

140 i biglietti acquistabili, a fronte dei 484 del teatro Guglielmi. Il costo dell’abbonamento è di 130 euro, ridotto 105. Per un singolo biglietto, invece, il costo è di 20 euro e di 16 con la riduzione. Il 50% dei biglietti, di ogni singola data, sarà destinato agli abbonati, il restante 50%, ha spiegato l’assessore Lama, «sarà suddiviso a sua volta in un 50% bis, da un lato destinato ai biglietti in prevendita, acquistabili dal 10 al 13 dicembre, e dall'altro per i biglietti acquistabili il giorno prima o il giorno stesso della rappresentazione».

Tra le novità lanciate durante la conferenza stampa, fra i partecipanti anche il vice sindaco Guido Mottini, l’assessore Andrea Cella, il dirigente del settore cultura Santo Tavella e il capo gabinetto Daniele Pepe, c’è stata anche la Carta verde. «Uno strumento – ha detto la presidente della fondazione, Magnolfi – che permette di usufruire di sconti in tutte le altre stagioni della Toscana spettacoli: Camaiore, Pietrasanta, la comunità del teatro, insomma. Sono 62 i comuni in Toscana e 105 gli spazi che attraverso questa carta potranno essere coinvolti. Il costo dell’attivazione della tessera è gratuito e per noi è uno strumento particolarmente importante: acquistando solo un biglietto sarà possibile sottoscrivere la tessera. È un’anticipazione di quello che vogliamo fare per il nostro trentennale: un compleanno che la fondazione festeggia in piena salute. È il primo circuito italiano per qualità e quantità e vogliamo in qualche modo sancire questo passaggio guardando al futuro. Attraverso questo strumento stiamo mandando un invito agli spettatori giovani, che ancora non sono la maggioranza».
Mercoledì 14 novembre 2018 alle 17:23:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

A Massa tutte le sedute di Consiglio comunale si apriranno con l'inno nazionale. Sei favorevole o contrario?

Quanto spenderai per i regali di Natale?




























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News