Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 22.01 del 7 Aprile 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Ai servi il teatro per ragazzi, Ravagli: «Rassegna stimolante per la loro crescita»

Un progetto realizzato in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo onlus

Cultura
Ai servi il teatro per ragazzi, Ravagli: «Rassegna stimolante per la loro crescita»
Massa - È stata inaugurata lunedì 20 gennaio con lo spettacolo Aladino e la lampada magica , la rassegna di spettacoli per ragazzi riservata alle scuole del territorio. Un progetto voluto dall’amministrazione comunale di Massa, in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus, nell’ottica della formazione del pubblico e di una educazione civica per i cittadini di domani.
Palcoscenico come sempre il Teatro dei Servi di Massa che per undici mattine – fino a venerdì 8 maggio – ospita spettacoli incentrati su temi importanti, ma con divertimento e leggerezza, scavando nel passato per donare un punto di vista più consapevole sul presente. Giovedì 23 febbraio, in occasione della prossima ricorrenza del Giorno della memoria, va in scena L'albero della memoria, scritto e diretto da Riccardo Rombi per bambini dagli otto ai dodici anni. Tra musiche e immagini sbocciano i semi della memoria passata da trasmettere alle nuove generazioni, affinché non si ripeta l’orrore e i fatti rimangano nella mente di chi ha il futuro tra le mani.

A seguire, martedì 28 gennaio, Zanna bianca. Della natura selvaggia. Francesco Niccolini scrive il celebre testo dal punto di vista di un cucciolo che scopre il mondo fuori dalla tana per la prima volta, sperimentando la vita, la morte, la notte e l’uomo. Ispirandosi ai romanzi e alla vita avventurosa di Jack London e rivolgendosi ai bambini dagli otto anni, Zanna Bianca vince il premio Eolo Awards 2019 come “miglior spettacolo con il merito di aver ceduto a quell'irrefrenabile richiamo della foresta che ogni spettatore dovrebbe provare, almeno una volta nella vita”. Un’altra occasione per ricordare e analizzare il passato la offre Luisa Ferrari martedì 11 febbraio con Urla dalle foibe. I bambini dagli undici anni ascolteranno le testimonianze dei sopravvissuti alla terribile esperienza di essere infoibato e dei figli degli scomparsi mai rassegnati all’oblio che ha inghiottito le vite dei padri. Le due testimonianze sono tratte dal libro del professor Guido Rumici: Infoibati (1943-1945) i nomi, i luoghi, i testimoni, i documenti.

La definizione dell’acqua come bene del mondo si deve a Accadueò, lo spettacolo di Vania Pucci in programma giovedì 13 e venerdì 14 febbraio che avvicina i bambini dai tre ai dieci anni all’urgente tematica ambientale. Costruito con una tecnica originale in grado di far interagire differenti linguaggi, proietta in diretta i disegni con la sabbia di un artista presente sul palco che diventano la scenografia multiforme in cui l’attrice si racconta. La tigre della Malesia, Sandokan o la fine dell’avventura, riempirà il palco martedì 18 febbraio. Giovanni Guerrieri, ispirandosi a Le tigri di Mompracem di Emilio Salgari, con la collaborazione di Giulia Gallo e Giulia Solano, trascina i bambini dagli undici ai quindici anni in un’avventura familiare. Ai piccoli viene richiesto un kit composto da fantasia e entusiasmo per vestire d'armi i guerrieri e trasportarli in un lampo da un luogo all'altro.

La storia della prima donna nello spazio, Caska 7050, è in scena giovedì 5 marzo. Lo spettacolo scritto e diretto da Alessandro Brucioni e Alice Bachi pone al centro la figura di Valentina Tereshkova per mostrare ai bambini dagli undici ai diciotto anni una donna forte e singolare immersa nel regime contraddittorio della Russia del Novecento. Non manca la grande metafora del mondo animale, adattata giovedì 26 marzo da Ira Rubini dal libro di Alberto Briganti nello spettacolo Becco di rame. Sul palco Nadia Milani, Matteo Moglianesi e Serena Crocco metteranno in scena la storia dell’oca maschio di otto chili destinata ai bambini delle scuole dell’infanzia e delle scuole primarie del primo ciclo. I bambini affronteranno, divertendosi, temi importanti filtrati dal teatro d’animazione su nero e impareranno l’importanza di essere accettati nonostante una fisicità diversa o un’abilità differente rispetto a quelle ritenute “normali”. Venerdì 8 maggio lo spettacolo in lingua inglese a cura di Action Theatre in English. Al termine dell'attività gli studenti saranno coinvolti in un workshop sull'uso del sonetto in Romeo and Juliet. Racconti divertenti e formativi, nello spettacolo Fame da lupo, in scena martedì 19 maggio. Bruno Cappagli fonde I tre porcellini dei fratelli Grimm con le storie di amicizia di Yuichi Kimura e i racconti delle grandi abbuffate di rinoceronti. Una storia sull’istinto primordiale della fame e del gioco che affascinerà tutti i bambini dai tre agli otto anni.

«Proprio condividendo la validità formativa ed educativa dell’attività teatrale -, dichiara l’assessore alla Cultura Veronica Ravagli –, l’Amministrazione comunale ha voluto sostenere la realizzazione delle rassegna Teatro ragazzi. Le proposte di questa stagione, ricche e variegate, che trattano tematiche come ambiente, diversità, fantasia, memoria e ricordo, ritengo possano costituire validi stimoli alla crescita culturale e personale delle nuove generazioni, ma anche delle famiglie».
Giovedì 23 gennaio 2020 alle 08:32:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Chi è il miglior giocatore del Don Bosco Fossone?























Chi è il miglior giocatore del Romagnano?

























Coronavirus, mascherina obbligatoria in Toscana. Tu sei d'accordo?

















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News