Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Ruota, nessun introito per il Comune e sconto di 4mila euro alla ditta»

L'opposizione col consigliere Alberti contesta e accusa la giunta di aver patrocinato l'iniziativa di un'attività commerciale. Barotti: «Ma quale novità?»

la politica massese
«Ruota, nessun introito per il Comune e sconto di 4mila euro alla ditta»
Massa - Uno "sconto" di quasi quattro mila euro. Si tratta del mancato introito che la giunta comunale ha deliberato di attuare nei confronti della Mondo Piccino s.r.l.s., la ditta che si è occupata di portare in piazza Garibaldi una ruota panoramica. La ruota è stata posizionata e attende l'inaugurazione ufficiale. Ma la delibera di giunta non è passata inosservata agli occhi dell'opposizione che attraverso una nota definisce "improvvisate" le "politiche turistiche" del Comune di Massa e accusa la giunta di aver "patrocinato" un'attività di tipo commerciale, un'iniziativa che non porterà alcun utile alle casse di Master.

"Per la completa improvvisazione delle politiche turistiche del nostro Comune – scrive in una nota Stefano Alberti del Pd - non c'è due senza tre: dopo il flop clamoroso del bus turistico, il Mercurio d'Argento che è costato decine di migliaia di euro senza lasciare traccia se non per i cartelli rimasti appesi per mesi ai pali della luce, adesso la ruota panoramica con mancati introiti nelle casse comunali. L'unica impresa appare essere riusciti a togliere il panorama alla definizione stessa di ruota panoramica, confinandola tra le strutture di cemento armato di piazza Garibaldi".

Nella nota Alberti cita le premesse della delibera (l’Amministrazione Comunale "sostiene e promuove iniziative culturali, scientifiche, educative celebrative rivolte alla cittadinanza, finalizzate alla promozione e valorizzazione della città"; "Preso atto che l’ammontare della Cosap relativa all’occupazione del suolo pubblico nei luoghi e periodi indicati, come stimata dai competenti uffici Master è pari a € 3.691,00. Considerato che non vengono modificate le previsioni di entrata del Bilancio 2019 per quanto attiene all’esenzione COSAP stante il Regolamento approvato con atto di CC n. 55/2019 in quanto l’iniziativa di cui sopra rientra tra quelle preventivate dal Comune di Massa e che, pertanto, il mancato introito conseguente all’esenzione non comporta oneri riflessi o indiretti sul bilancio comunale") e aggiunge: "bastano da sole a qualificare tale operazione, spacciandola come un'iniziativa senza oneri quando invece si concede un patrocinio gratuito ad una attività di intrattenimento commerciale, peraltro esentando la stessa dal pagamento della Cosap e dell'elettricità, "spruzzandola" di cultura, con buona pace di tutte quelle associazioni culturali massesi che si devono sobbarcare sacrifici di ogni genere".

L'operazione secondo Alberti creerebbe un "pericoloso precedente" per le future concessioni gratuita ad attività commerciali. "Aspettiamo con ansia un ottovolante in piazza Aranci o le montagne russe giù dal castello Malaspina lungo i pendii della Rocca, ma qui ci penserà la soprintendenza".

BAROTTI: «MA QUALE NOVITÀ?»
E sull'argomento è intervenuto anche il consigliere di Alternativa Civica, Andrea Barotti. Di seguito il suo intervento.
La ruota che l'Amministrazione Persiani ha presentato come una grande attrazione per adesso ha ridestato lo spirito ironico dei cittadini che non hanno lesinato commenti, su tutti non si può non menzionare chi ha cercato, compiendo uno sforzo di immaginazione, di individuare il significato della lettera P che campeggia sulla giostra.
Ritengo che sia superfluo spendere ulteriori parole sull'iniziativa della "Giunta del cambiamento", sarebbe come dare ulteriori colpi ad un pugile ormai in ginocchio; basterà dire che il luogo è inadatto, che la ruota non ha nulla di natalizio e che cercare di far passare, nel 2019, una ruota come una assoluta novità è una missione impossibile.
Ad ogni modo se venisse confermato che il Comune ha ritenuto di esentare l'attività commerciale in questione, visto che per salire sulla giostra si deve versare il prezzo del biglietto, dal pagamento del suolo pubblico (occupa gran parte di piazza Garibaldi) e di fornire, così sembra, gratuitamente l'energia elettrica pensando che contribuisca ad aumentare le presenze in città e ad infondere lo spirito delle prossime festività, allora l'Amministrazione di centrodestra dovrebbe seguire lo stesso criterio anche per i mercatini di Natale e, più in generale, per i commercianti.
Infatti se il Sindaco ritiene che un'attività lucrativa, non particolarmente originale, debba avere il sostegno del Comune diviene difficile capire le ragioni per le quali tale appoggio non debba essere esteso ai banchi di artigianato o di prodotti locali che, durante le festività, animano la città così come pare non spiegabile non prevedere analoghi benefici per i commercianti, i titolari di bar e ristoranti a cui, tra l'altro, nonostante il difficile periodo, si è proceduto, come evidenziato dalle associazioni di categoria, ad aumentare la tassa di occupazione del suolo pubblico ed a cui è stato richiesto un contributo, per ogni azienda, di cento euro allo scopo di allestire le illuminazioni natalizie.
In merito alle decorazioni stradali, visto quanto deciso per la ruota, spero che il Sindaco abbia già ritirato le domande avanzate agli esercenti e ci siano le risorse necessarie per porre a carico del Comune, come avveniva in un passato non molto remoto, la spesa.
L'Amministrazione, a guida Lega, dovrebbe favorire, in primo luogo, chi da sempre lavora sul territorio ed aiutare le imprese presenti affinché possano superare una fase economica difficile ed anche per spingerle ad essere, con le loro organizzazioni, un motore di promozione e di richiamo. I dehors addobbati, ad esempio, migliorano l'estetica della città e rendono più forte l'atmosfera del Natale quindi si potrebbe pensare, per i soli giorni delle festività, di esentare, come per la giostra, i negozianti dal versamento della tassa di occupazione del suolo pubblico e così, più in generale, quegli esercizi commerciali che allestissero uno spazio temporaneo esterno.
Un piccolo aiuto come quello proposto, in un momento di crisi, è importante poiché dimostra la vicinanza della città a chi, nonostante la burocrazia, il peso fiscale, la fatica ad andare avanti continua ad alzare la saracinesca ed a rendere vive le nostre strade, le nostre piazze.
Lunedì 18 novembre 2019 alle 19:09:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News