Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 10.31 del 20 Giugno 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Stop alla Ztl e parcheggi in centro. «Persiani chiarisca i suoi progetti»

La raccolta firme scoperta dal collettivo Massa Città in Comune

Stop alla Ztl e parcheggi in centro. «Persiani chiarisca i suoi progetti»
Massa - Una raccolta firme per riaprire il centro storico al traffico delle automobili. A dare la notizia è il collettivo Massa Città in Comune che chiede chiarezza riguardo i progetti futuri legati al centro città dell'amministrazione comunale di Francesco Persiani. In particolare quelli legati al transito delle automobili. A riguardo il collettivo auspica il coinvolgimento della cittadinanza. «A Massa, purtroppo, a quanto pare non c'è mai fine al peggio – scrive il collettivo - L'amministrazione Persiani sembra intenzionata a cancellare la Ztl dal centro città per ripristinare al posto delle piazze centrali i vecchi posteggi per le automobili. A seguito di un incontro con alcuni esponenti del commercio cittadino, il primo cittadino avrebbe chiesto loro di avallare una raccolta firme per riaprire al traffico la parte vecchia della città. Abbiamo visto con i nostri occhi questa raccolta che è costituita dai timbri di varie attività commerciali del centro».

La Ztl attivata nel 2015, dunque, potrebbe essere ridiscussa. Così come i posteggi del centro storico. Un progetto che se realizzato potrebbe accontentare tanti commercianti locali che a più riprese, anche durante la passata amministrazione, hanno richiesto di riaprire al transito alcune strade di Massa. Ipotesi che allo stesso tempo priverebbe i cittadini, di nuovo, di poter contare su un un cuore della città più vivibile, privo di auto, rumori e smog. «Crediamo che l'amministrazione di Massa debba rendere pubblico il progetto di cancellazione della ZTL spiegandone le ragioni. E' necessaria sui temi ambientali maggiore trasparenza, perché la qualità dell'aria che tutti noi respiriamo è concausa di patologie polmonari che sono ben presenti nelle statistiche della nostra comunità. Purtroppo alcuni soggetti ciclicamente spingono verso un ritorno al passato, incolpando di ogni difficoltà il divieto all'utilizzo delle auto in centro». «Questi soggetti non riescono a vedere che la gran parte dei fondi commerciali, anche fuori dalla Ztl, è sfitto e le difficoltà che colpiscono il commercio sono dovute a ben più profonde problematiche di ordine economico. Non siamo sorpresi della scarsa sensibilità ambientale della destra che governa la città così come di una fetta consistente dei nostri commercianti che non vediamo mai esporsi pubblicamente a difesa dell'ambiente in cui viviamo. La paventata distruzione del Parco degli Ulivi, il ritardo nel rendere pubbliche le analisi di falda, la mancata vigilanza sugli abbandoni di amianto, sugli sversamenti di marmettola, la scarsa pulizia delle periferie cittadine sono solo alcuni esempi di normale degrado che segnalano la totale assenza di una cultura ambientale. Facciamo notare semplicemente come in altri comuni (Lucca Pisa Pietrasanta) il centro storico chiuso alle auto non riduce il ruolo del commercio anzi lo amplia anche con un turismo che si apre alle tematiche ambientali; se a Massa questo non accade vuol dire che nel nostro comune ci sono delle caratteristiche ben specifiche che lo impediscono. I nostri problemi derivano infatti dalla "cultura di rendita" su cui da troppo tempo si fonda la nostra economia, che ricicla attraverso il comparto immobiliare le entrate in nero derivanti dal capitalismo estrattivo e dal capitalismo balneare. Questo grazie ad una classe imprenditoriale priva della cultura di mercato, ma molta avvezza alla sottocultura del favore. Chi ha a cuore il bene della città dovrebbe capire che è importante togliere Massa dalle mani di coloro che pensano unicamente a estrarre profitto dalla propria rendita immobiliare fregandosene al contrario della salute dei cittadini».
Martedì 11 giugno 2019 alle 15:38:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News