Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 11.02 del 13 Dicembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Sopralluogo ok: il Ponte Trieste può riaprire

Dopo la chiusura al traffico, le verifiche si sono svolte e hanno dato esito positivo. I tecnici: «Le fessure segnalate non hanno a che fare con la sicurezza del viadotto»

una crepa che faceva paura
Sopralluogo ok: il Ponte Trieste può riaprire
Massa - È avvenuto oggi, come annunciato, il sopralluogo al Ponte Trieste di Massa. La verifica di tecnici comunali ed esterni si era resa necessaria dopo le varie segnalazioni all'indirizzo di Palazzo civico che evidenziavano l'apertura di una crepa che "tagliava" perpendicolarmente in due la struttura. Per questo ieri, martedì, il Comune aveva tranquillizzato la popolazione ma aveva ritenuto necessario chiudere il viadotto al traffico per verifiche che puntualmente si sono svolte oggi.

Sul posto si sono recati i tecnici comunali con la supervisione del dirigente del settore lavori pubblici, Fernando Della Pina, e il tecnico strutturale, l'ingegner Paolo Edoardo Giusti. «In data odierna – ha fatto sapere Palazzo civico – il ponte-viadotto Trieste sarà riaperto alla circolazione pedonale e veicolare. La locale Prefettura e il Comando provinciale dei Vigili del fuoco sono stati parimenti e doverosamente informati della citata decisione».

La decisione è stata presa sulla base della relazione tecnica dell'ingegner Giusti che ha scritto: «Per quanto ho potuto constatare visivamente dal sotto dell’impalcato i nuovi appoggi sono tutti in perfetta efficienza mentre i vecchi appoggi delle altre campate non hanno evidenziato cedimenti».

«In definitiva – ha concluso – per quanto si è potuto constatare, gli appoggi delle solette di transizione come tutte le altre strutture portanti dell’opera sono ad oggi staticamente efficienti ed adatte a sopportare i carichi di esercizio nella misura ridotta, già a suo tempo imposta all’opera, cioè per traffico leggero peso massimo del singolo mezzo non superiore ai 35 quintali. Le segnalazioni pervenute evidenziavano giustamente la formazione di fessure sul manto stradale che però nulla hanno a che fare con la sicurezza e la stabilità dell’opera ma sono dovute giustamente alle dilatazioni termiche stagionali e sono concentrate in quelle posizioni per i motivi sopra esposti. Per quanto mi concerne si può procedere alla riapertura dell’opera al traffico sotto le limitazioni già vigenti e sopra riportate».
Mercoledì 5 dicembre 2018 alle 17:17:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News