Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 20.22 del 16 Luglio 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Mille persone in piazza Aranci contro l'omofobia

Anche da Pisa e La Spezia per condannare le scritte apparse fuori dalla libreria "Le Ali di Carta"

Mille persone in piazza Aranci contro l´omofobia
Massa - Oltre mille persone. Anche se occupata per buona parte dal palco allestito per il Festival Ballett, piazza Aranci le ha accolte tutte. Il sit in lanciato dai due titolari della libreria Le Ali di Carta ha toccato nel vivo la città di Massa e non solo. Presenti all'incontro in sostegno della cultura e della diversità di giovedì sera anche associazioni di Pisa, La Spezia e Viareggio. Tutti uniti per condannare la scritta omofoba apparsa fuori dal negozio di libri di piazza Aranci. E per riflettere collettivamente su temi importanti: il linguaggio, lo strumento necessario per comprendere troppo spesso utilizzato per offendere, e la diversità, «oro per la comunità» - è intervenuto Riccardo Nicolai, fratello di Alberto, l'insegnante additato dalle scritte omofobe comparse lunedì fuori dal suo negozio di libri.

«Come associazione – è intervenuta Francesca Rivieri dell'associazione Arpa di Massa – combattiamo ogni giorno per una narrazione positiva, per permettere a ognuno di vivere a proprio agio la propria sessualità».

Questione di parole ma anche di etichette, gli interventi delle persone che hanno voluto portare la propria voce hanno un filo comune: tutti rivendicano il diritto ad essere se stessi.

«La libertà di espressione non può essere confusa con la libertà di mortificazione - sono intervenute le militanti Pinkriot di Pisa - Noi vogliamo mettere in discussione ciò che ormai viene dato per scontato. E vogliamo rimarcare la nostra appartenenza: siamo antifasciste, femministe e antirazziste».

Presenti diversi esponenti politici della sinistra massese e del Movimento Cinque Stelle: in prima fila l'ex sindaco Alessandro Volpi e Roberto Pucci, la deputata Martina Nardi e il consigliere regionale Giacomo Bugliani. Presente l'ex assessora Elena Mosti, i pentastellati Luana Mencarelli e Paolo Menchini. Rivolto «a chi non c'è» l'intervento di Nicola Cavazzuti di Potere al Popolo, con chiaro riferimento al primo cittadino Francesco Persiani, assente per impegni istituzionali. Così come assente era il sindaco di Montignoso, Gianni Lorenzetti, per gli stessi motivi: «Ieri sera, purtroppo, non ho potuto partecipare all'iniziativa di sostegno che si è svolta davanti a Palazzo Ducale a causa di un impegno istituzionale, ma ero presente con l'animo e il pensiero. Ma di fronte a questi atti – scrive Lorenzetti – una comunità deve saper prendere posizione, deve stringersi intorno a quei valori che troppo spesso si lasciano impallidire arginati in commemorazioni e ricorrenze. Tramandare i valori della Resistenza e dell'Antifascismo significa educare alla dignità, alla libertà, all'uguaglianza... riappropriamoci di quei valori prima che sia troppo tardi».

Tantissimi i collettivi e le associazioni che hanno preso parola durante la serata. A loro vanno i ringraziamenti di Alberto Nicolai che ha lanciato l'invito per il prossimo anno: «Hanno preso di mira il frocio sbagliato. Ci vediamo ne 2019 per fare il punto della situazione».
Venerdì 6 luglio 2018 alle 20:46:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Spiaggia libera o stabilimento balneare?
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News