Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 22.35 del 25 Giugno 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Lavello inquinato, Gaia si difende: «I depuratori funzionano correttamente»

Il gestore dei due impianti interviene nuovamente: «Sono le intense precipitazioni di maggio ad aver causato criticità nel funzionamento del "Lavello 2"»

«troppe piogge a maggio»
Massa - Gaia Spa torna a intervenire sulla questione Lavello e chiarisce ancora una volta che «il processo depurativo dei reflui degli impianti di depurazione nel comune di Massa, Lavello 1 e Lavello 2, funziona correttamente, meglio di quanto accadeva durante gli scorsi anni, quando i lavori di ristrutturazione in corso sull'impianto Lavello 1 non erano ancora terminati e permettevano il funzionamento dell'impianto solo per metà».

Come già dichiarato, «sono le intense precipitazioni di maggio ad aver causato criticità nel funzionamento del depuratore Lavello 2: nel mese di maggio 2019 le piogge sono arrivate a picchi di 179 mm, quindi con caratteri di eccezionalità rispetto agli anni precedenti. Per dare una misura del fenomeno, l’esame delle piogge rilevate dai pluviometri in funzione nel bacino degli impianti Lavello 1 e 2 (Canevara, Cerreto, Massa e Massa Genio Civile) evidenzia che rispetto alle medie degli anni compresi tra il  1998 e il  2018, il 2019 ha registrato un +94% di piogge per il mese di aprile e +137% per il mese di maggio».

Secondo il gestore, la particolare condizione meteorologica ha fatto affluire a Lavello 2 un quantitativo d'acqua straordinaria, causando l’entrata in funzione del bypass automatico con maggiore frequenza del solito. Il bypass serve ad eliminare l'acqua in eccesso quando il depuratore è troppo pieno: l'acqua che transita per il bypass riceve una grigliatura ed una veloce disinfezione che non riesce ad abbatterne completamente la carica batterica.

In che modo l'acqua piovana entra nel depuratore? «Quando piove molto – spiegano da Gaia – l’acqua piovana si infiltra nelle tubazioni delle fogne nere. Questo accade perché le tubature che portano i reflui al depuratore non sono impermeabili: in seguito a precipitazioni molto consistenti la falda si innalza e le tubazioni vengono ricoperte d’acqua. Che le piogge molto intense mettano in crisi i depuratori è un fenomeno piuttosto frequente: eventi del tutto simili si sono verificati in altre parti del litorale d'Italia e hanno dato luogo a divieti di balneazione. Detto questo, è compito del gestore attivarsi per analizzare i fenomeni e porvi rimedio anche attraverso degli interventi di potenziamento in grado di rendere molto meno frequenti gli episodi di attivazione del bypass».

Di seguito sintetizziamo gli interventi urgenti che Gaia sta progettando per la regimazione delle acque di pioggia nei depuratori Lavello 1 e Lavello 2:

LAVELLO 1
Gaia ha in programma la realizzazione di una vasca nella quale l’acqua, prima di essere inviata in bypass, possa essere disinfettata in maniera più efficace.

LAVELLO 2
Vista la quantità di acqua in arrivo all’impianto durante e dopo i periodi di pioggia Gaia ritiene opportuno «individuare una vasca aggiuntiva e già disponibile in impianto (non utilizzata) che possa svolgere la funzione di ulteriore accumulo e trattamento delle acque in eccesso. Inoltre si prevede di utilizzare un nuovo sistema di stoccaggio e dosaggio di disinfettante, nonché di completare il telecontrollo e teleallarme del depuratore».
Venerdì 14 giugno 2019 alle 20:25:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario alla riapertura al traffico nel centro storico di Massa?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News