Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 08.03 del 21 Settembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Incappucciato il busto del partigiano Vico: bufera a Massa

Rossi: «Quanto accaduto è vergognoso ed è incredibile che sia avvenuto all'interno del palazzo comunale di una città decorata di medaglia d'oro al valor civile»

«gesto ignobile»
Incappucciato il busto del partigiano Vico: bufera a Massa
Massa - Pochi giorni fa il presidente del Consiglio comunale di Massa, Stefano Benedetti, in una nota aveva proposto di collocare in un museo cittadino il busto del partigiano Vico all'interno di Palazzo Civico. Oggi la brutta sorpresa: qualcuno ha incappucciato con un sacchetto di plastica l'effige di Alfredo Gianardi, il partigiano Vico. E si è scatenata la bufera per questo gesto: le reazioni sono state molte.

REGIONE TOSCANA
"Quanto accaduto a Massa è vergognoso ed è incredibile che sia avvenuto all'interno del palazzo comunale di una città decorata di medaglia d'oro al valor civile. Spero che su questo, come su analoghi episodi, sia fatta piena luce".
Lo ha detto il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi a proposito di quanto accaduto questa mattina a Massa, dove il busto del capo partigiano Alfredo Gianardi detto Vico è stato trovato 'incappucciato' con un sacco di plastica.
"Ai nostalgici del fascismo e del nazionalsocialismo – ha proseguito Rossi – dico una cosa semplice: mettetevi l'anima in pace perché non si cambierà la storia nascondendo con un sacchetto della spazzatura il busto del comandante partigiano 'Vico'. Di sacchetti potrete metterne altri mille. Come potrete continuare a oltraggiare la memoria di chi diede la vita per liberarci dal nazifascismo. O a organizzare manifestazioni 'goliardiche' per dare sfogo alle vostre pulsioni razzistiche e fascistiche. Ma la storia è impietosa ed è lì a ricordarvi che furono proprio donne e uomini come il capo dei Patrioti Apuani a restituirci la libertà".
"Il volto che oggi avete indegnamente oscurato – conclude il presidente della Regione – è il volto di tutti i toscani che credono nella democrazia".

MOVIMENTO 5 STELLE
Si può cercare di accettare le differenze ideologiche, soprattutto perché espressione del volere popolare, si può accettare, a malincuore magari, le scelte fatte sulla base di diversi punti di vista da parte di chi ha vinto le elezioni, si può cercare di capire, o ignorare, uscite mediatiche in cerca di visibilità da parte di chi forse non è, almeno per ora, all'altezza del ruolo che ricopre, ma non si può assolutamente soprassedere sulla derisione della storia.
Il busto di “Vico”, il partigiano che ha lottato per liberare Massa dall'assedio fascista, costato la vita a molti dei nostri antenati, è stao oggetto di oltraggio essendo stato incappucciato con un sacco nero per l'immondizia. Qualche giorno fa era stato prospettato lo spostamento di quest'opera dall'ingresso principale del Comune a un luogo ritenuto più idoneo da qualcuno, il Museo della Resistenza, ma da questo a sbeffeggiare un simbolo di quella lotta per cui la nostra città è stat insignita della Medaglia d'Oro al Merito Civile, sembra veramente troppo. La misura delle differenze ideologiche è stata superata e pensiamo sia un gesto che, se non condannato immediatamente, potrà costituire l'avvio di una sequela non auspicabile.
Chiediamo al Sindaco quindi di prendere in mano una situazione che sembra sfuggita ad ogni controllo.


MARTINA NARDI (PD)
“Mi auguro che il Sindaco di Massa Francesco Persiani prenda subito le distanze da questo gesto e rassicuri i cittadini massesi che la statua non verrà spostata dall’atrio della casa comunale, perché la memoria della nostra comunità non si nasconde e non si calpesta”. E’ questo il commento della deputata del Pd Martina Nardi alla notizia del ritrovato busto in marmo del partigiano Vico “incappucciato” con un sacco della spazzatura. “Verificherò se ci siano gli estremi per una interrogazione in Parlamento. Intanto spero che i cittadini di Massa facciano sentire come possono la loro voce e che si indignino per quanto è accaduto nella loro città medaglia d’oro al valor civile per la Resistenza”.

GIACOMO BUGLIANI (PD)
“Un gesto vergognoso, che deve essere condannato fermamente. Un atto che offende la memoria di una città che è medaglia d’oro al valor civile, reso ancor più grave dal fatto di essere stato compiuto in una sede istituzionale. Sono certo che sarà fatta luce su quanto è accaduto, ma adesso è doveroso ribadire con forza i valori di libertà, giustizia e umanità che sono alla base della lotta di resistenza e che solo una cultura basata sul rispetto del prossimo può preservare nel tempo. Questo valori sono un patrimonio inestimabile della nostra cultura e di questo saremo sempre consapevoli e orgogliosi”.
Così Giacomo Bugliani, consigliere regionale Pd, commentando quanto successo nel palazzo del Comune di Massa, dove il busto in marmo del comandante partigiano Alfredo Gianardi detto Vico, collocato nell'atrio, è stato ''incappucciato'' con un sacco di plastica nero.
Venerdì 14 settembre 2018 alle 20:24:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News