LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 15.18 del 23 Aprile 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Fermato 42enne in possesso di un fucile rubato

Decisivo l'intervento dei carabinieri nella notte di lunedì

Fermato 42enne in possesso di un fucile rubato
Massa - Nella notte di lunedì i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Massa, coadiuvati da personale della Compagnia Intervento Operativo del 6° Battaglione “Toscana”, presente in città come dispositivo di rinforzo e supporto alle pattuglie del Comando Compagnia di Massa, hanno tratto in arresto un 42enne massese, pregiudicato e sottoposto agli arresti domiciliari, e deferito in stato di libertà un 30enne di origine marocchina, disoccupato.

In particolare i militari, durante il servizio dedicato al controllo dei soggetti sottoposti agli arresti domiciliari, notavano intorno alle 03.30 di lunedì che il 42enne, soggetto sottoposto agli arresti domiciliari, si trovava nel garage di sua pertinenza in compagnia del ragazzo extracomunitario, dove entrambi erano intenti a controllare un fucile da caccia marca Beretta.

Alla vista dei militari, il soggetto marocchino tentava di celare l’arma dietro la canna fumaria presente nel garage, ma i carabinieri intervenuti prontamente lo riprendevano e compivano i primi accertamenti. Al termine degli stessi, il fucile risultava essere stato oggetto di furto, consumato ai danni di un privato cittadino, nell’ottobre 2012 a Montignoso.


Per tale motivo gli operanti perquisivano l’intera abitazione in ricerca di altre armi illegalmente detenute, operazione che consentiva il ritrovamento di 12 cartucce, munizionamento del fucile ritrovato. L’italiano, risultato essere il detentore dell'arma, proceduto al sequestro di quanto illegalmente detenuto e terminati gli accertamenti del caso, veniva tratto in arresto per detenzione abusiva di armi e ricettazione, aggravate in quanto commesse durante il periodo in cui era ammesso ad una misura alternativa alla detenzione in carcere e sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari all’interno della propria abitazione in attesa del rito direttissimo, mentre il 30enne marocchino veniva deferito in stato di libertà per il reato di favoreggiamento.

Ieri, presso il Tribunale di Massa si è tenuto il rito direttissimo in cui il Giudice, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto nei confronti del 42enne massese la risottoposizione agli arresti domiciliari.
Giovedì 22 marzo 2018 alle 14:22:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News