Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 13.32 del 23 Gennaio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Eutanasia, Cappato dopo l'udienza: «Il Parlamento butta via tempo» | Video

Imputati per istigazione al suicidio per la morte di Davide Trentini, l'esponente politico e Mina Welby continuano l'azione di «disobbedienza civile»

il processo trentini
Eutanasia, Cappato dopo l´udienza: «Il Parlamento butta via tempo»<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/videogallery/eutanasia-marco-cappato-a-processo-a-massa-parla-dopo-l-udienza-236.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Video</a></span>
Massa - “Io sono stanco, voglio morire e basta”. Le parole di Davide Trentini vengono riportate in aula da Mina Welby per il processo che la vede imputata insieme a Marco Cappato. Aver accompagnato Trentini a raggiungere la Svizzera e ottenere il suicidio assistito, il 13 aprile 2017, li vede imputati per il reato di cui all’articolo 580 del codice penale in concorso fra loro, istigazione o aiuto al suicidio.

Durante l’udienza di questa mattina, lunedì, durata quasi tre ore, sono stati ascoltati entrambi dal giudice Ermanno De Mattia, presidente del collegio giudicante. La prossima udienza è fissata per l'11 novembre, rinviata in attesa che anche la Consulta si pronunci sulla trattazione della questione di costituzionalità dell'art. 580.

Al termine della seduta di questa mattina, l’avvocata Filomena Gallo e Marco Cappato hanno rilasciato alcuni commenti (vedi il video in allegato per la versione integrale, ndc): «Noi abbiamo aiutato Davide Trentini – ha detto Marco Cappato - ad evitare una morte terribile con sofferenze atroci, con il fai-da-te del suicidio che altrimenti sarebbe stata la sua decisione. Noi abbiamo aiutato Davide Trentini a smettere di soffrire, una condizioni di sofferenza che per lui era divenuta insopportabile. Il Parlamento già da tre mesi ha avuto un termine dalla Corte Costituzionale per fare una legge che eviti a persone nelle condizioni di Davide Trentini di affrontare l’esilio della morte per poter interrompere la propria sofferenza. In questi tre mesi il Parlamento italiano non ha fatto nulla, non è stato dedicato neanche un minuto di discussione, non c’è stato un atto formale dei Presidenti delle camere, del Presidente del consiglio, di nessuna autorità istituzionale per chiedere che alla richiesta della Corte Costituzionale sia data una risposta. Sono stati buttati via tre mesi che la Corte aveva dato al Parlamento per avviare questo lavoro, e questo lavoro non è stato ancora avviato. Per cui noi oggi con Mina Welby abbiamo spiegato a quale condizione di sofferenza abbiamo risposto nel caso di Davide Trentini, ma diciamo anche che di fronte all’inerzia di questo Parlamento noi andiamo avanti con l’azione di disobbedienza civile, con Mina Welby e Gustavo Fraticelli, che insieme a me sono titolari dell’associazione con la quale forniamo aiuto a queste persone. Noi andiamo avanti fino a che il diritto di poter scegliere fino alla fine della propria vita non sia finalmente riconosciuto dallo Stato italiano».
Lunedì 14 gennaio 2019 alle 17:11:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video

14/01/2019 - Eutanasia: Marco Cappato a processo a Massa parla dopo l’udienza



Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News