Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 15.23 del 16 Luglio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Dieci chili di hashish, quando il fiuto dell'unità cinofila non lascia scampo | Foto

L'operazione condotta da Polizia di Stato e Guardia di Finanza ha portato all'arresto di un uomo di 31 anni

l'operazione
Dieci chili di hashish, quando il fiuto dell´unità cinofila non lascia scampo<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/fotogallery/smantellato-dalla-polizia-di-stato-e-dalla-guardi-di-finanza-un-ingente-traffico-di-droga-a-massa-565_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Foto</a></span>
Massa - Dieci chili di hashish sequestrati e un uomo di 31 anni finito in manette. Seguivano una pista gli uomini e le donne della Questura di Massa Carrara. Una pista inizialmente composta da diversi riscontri per uso personale di sostanze stupefacenti. Piccole quantità di droghe, spiega il commissario capo della Polizia di Stato, Giuseppe Cianflone, ma rinvenute frequentemente. I controlli sono diventati segnalazioni che sono diventate tracce: tappe che hanno delineato un percorso. Venerdì, 28 giugno, quel percorso è giunto ad un primo grande risultato: davanti agli occhi del personale di Polizia e Guardia di Finanza sono comparsi più di 10 chilogrammi di hashish, 20 dosi di cocaina, diversi cellulari, sim card nuove e pronte all'uso e soldi. Circa 1300 euro, cash.

Tutto inizia venerdì, alle 18. Il personale delle volanti sta facendo alcuni controlli sul territorio, dalle parti di via Aurelia Ovest. È in quella zona che nota lo scambio di un pacco fra un uomo e due donne. "Un sacchetto color beige" – si legge nella nota stampa della Questura – "a due donne che si trovavano a bordo di un'autovettura Renaul Megane". Il commissario capo decide di approfondire il contenuto del pacco e dà il via libera per fermare il veicolo in questione. "All'interno del sacchetto in esame, gli agenti trovano una bustina in nylon piena di una sostanza bianca, circa 6 grammi di peso. Tre telefoni cellulare, un bilancino, dischetti trasparenti per imballare alimenti, elastici, forbici, due dosi di hashish".

Il passaggio successivo è quello di controllare l'abitazione dell'uomo che nel frattempo viene identificato: è un 31enne, cittadino italiano, originario del Marocco, paese dal quale provengono anche le due donne intercettate nello scambio. L'uomo decide di "collaborare" e consegna alla Polizia 20 dosi di cocaina. A quel punto il personale della Ps chiede l'intervento della Guardia di Finanza. E con il fiuto dell'unità cinofila...

I due cani della Gdf vengono avvicinati all'auto dell'uomo, una Fiat Punto. "All'interno del portabagagli venivano rinvenuti uno zaino in tela, una busta per la spesa e due sacchetti di carta, tutti contenenti 34 confezioni di sostanze stupefacenti del tipo hashish, per un peso totale di 10 kg e 346,75 grammi".

Le due donne, una di 27 l'altra di 32 anni, una residente a Montignoso, l'altra a Roma, sono indagate in stato di libertà per il concorso nel reato con l'individuo tratto in arresto. L'uomo è infatti in stato di arresto presso la Casa di Reclusione di Massa dove è stato condotto in quanto "a rischio di reiterazione delle condotte criminose in esame", pur non avendo precedenti penali.

A presentare i risultati dell'operazione il commissario capo della Polizia, Giuseppe Cianflone, il capitano della Guardia di Finanza, Claudia Russo, e il vice dirigente della Ps Alessandro Baialardo.

Di seguito il commento del Questore: "Il Questore di Massa Carrara, Giuseppe Ferrari, nell’esprimere grande soddisfazione per la brillante operazione condotta dagli Agenti della Squadra Volante e sincera gratitudine per la pronta collaborazione offerta dai Militari della Guardia di Finanza, ha evidenziato che quello di venerdì sera è l’ennesimo risultato positivo, conseguito dal rafforzamento delle attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, sviluppate dallo scorso mese di dicembre in Prefettura, in occasione di una riunione del Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica, in conformità delle direttive impartite dal signor Capo della Polizia Direttore Generale della Pubblica Sicurezza.
Da quel momento, sono stati predisposti mirati servizi che, nel più ampio quadro delle attività di controllo del territorio, sono rivolti a fornire ulteriori stimoli per infrenare l’attività di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto tra i giovani, nelle aree ove è conclamata la pratica di questa fattispecie delittuosa.
In detto ambito, la Polizia di Stato ha intensificato la vigilanza, oltre che presso le scuole e durante la “movida”, anche in alcuni luoghi, quali edifici da tempo abbandonati, come le ex colonie, caratterizzati da situazioni di forte degrado urbano, ovvero nei pressi delle stazioni ferroviarie, delle autostazioni dei bus ed in taluni quartieri, ove i cittadini segnalano la presenza di persone sospette e che suscitano allarme sociale.
All’intenso lavoro svolto, nei primi sei mesi del 2019, sono conseguiti i seguenti riscontri:
persone deferite all’Autorità Amministrativa per la violazione dell’art. 75 DPR 309/90: 69;
persone tratte in arresto per la violazione di cui all’art. 73 DRP 309/90: 12
persone deferite in stato di libertà per la violazione di cui all’art. 73 DRP 309/90: 07;
cocaina sequestrata: gr. 1.322, 56;
marjuana sequestrata: gr. 221,295;
hashish sequestrato: gr. 12.599,09;
eroina sequestrata: gr. 35,894.
Per tali ragioni e secondo una direttiva impartita dal Prefetto di Massa Carrara lo scorso mese di maggio, i servizi di cui trattasi verranno riproposti, almeno fino alla fine del corrente anno".
Martedì 2 luglio 2019 alle 11:39:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fotogallery


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News