Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.33 del 18 Febbraio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Canali tombati e cantine allagate, la richiesta di aiuto di un cittadino | Video

Pietro Tardelli chiede alle istituzioni di fare chiarezza in merito alle responsabilità di una vecchia gora crollata

all'ex mattatoio
Canali tombati e cantine allagate, la richiesta di aiuto di un cittadino<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/videogallery/massa-lo-scarico-di-un-canale-tombato-246.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Video</a></span>
Massa - In blocco amministrativo dall'ottobre 2015, ma a vivere sotto scacco sembrano i residenti che abitano lì attorno. Una segheria del marmo inattiva è al centro delle contestazioni di alcune persone domiciliate nell'area dell’ex Mattatoio a seguito del crollo di una gora. L’area su cui sorge il canale ha infatti una conformazione morfologica particolare, che la rende, in giorni di piogge intense come quelle appena passate, il principale canale di scolo delle acque che bagnano la città. In quelle strade infatti le piogge scendono a gran velocità, tanto che le mura che costeggiano le abitazioni sono veri e propri argini di contenimento. Ma succede anche che in quell'angolo del comune di Massa in cui le acque bianche si incontrano, vengano a galla vecchi resti della lavorazione di una segheria del marmo, una fanghiglia che pare ostruire quelle tubature che dovrebbero rilasciare le acque meteoriche nel fiume Frigido.

In fermo amministrativo da tre anni per la mancanza di alcune autorizzazioni, quando era attiva la segheria utilizzava un canale tombato per scaricare lo scarto della lavorazione del marmo, figlio di una vecchia rete fognaria. Quel canale costeggia tutt'oggi un’abitazione privata e i residenti denunciano che in fine settimana di precipitazioni forti fa “tappo”. Provocando più di una volta negli ultimi anni l'allagamento della cantina di una casa e preoccupandoli del rischio di eventuali smottamenti. Soprattutto da sabato, quando la gora è crollata. Lo denuncia Pietro Tardelli, proprietario dell’abitazione in questione.

«Vorremmo chiarezza da parte delle istituzioni perché in tutti questi anni non è stato fatto niente nonostante le segnalazioni. L'intera zona è abbandonata e non abbiamo ricevuto risposte in merito alla responsabilità del canale». Da alcune autorizzazioni rilasciate alle segherie vicine, il canale sembrerebbe di competenza demaniale. Ma sulle rispettive responsabilità il Genio Civile tace. E i residenti chiedono al Comune di Massa, come accaduto in passato, di fare chiarezza su chi deve intervenire. Anche in previsione dei cambiamenti alla rete fognaria che si preannunciano con l’apertura dei cantieri per la realizzazione degli alloggi popolari.
Lunedì 4 febbraio 2019 alle 17:38:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video

04/02/2019 - Massa, lo scarico di un canale tombato



Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News