Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 00.13 del 18 Ottobre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Bus a fuoco, Cub: «Per questi disservizi bisognerebbe viaggiare gratis»

Il sindacato dei trasporti toscano: «Ecco i risultati delle privatizzazioni. Ci rivolgeremo alla Regione e a tutte le opposizioni»

«trasporto pubblico abbandonato»
Bus a fuoco, Cub: «Per questi disservizi bisognerebbe viaggiare gratis»
Massa - «In questi anni e nelle ultime settimane si è tanto discusso e letto sui giornali le dichiarazioni degli amministratori della Ctt Nord, azienda che sta investendo su Avm, paline intelligenti, tariffazione unica e della piattaforma Teseo, di cui è stato detto e scritto dagli stessi amministratori (abbiamo scelto per il nome Teseo, richiamare una figura che arriva dal passato, dalla mitologia greca, che, con l’aiuto del famoso filo di Arianna, riuscì a superare il labirinto di Dedalo)”». Si apre così la nota molto critica di Cub Trasporti Toscana, che interviene dopo l'incendio che ha coinvolto a Massa un bus nuovo surriscaldato mentre si trovava nel deposito di via Catagnina.

«Noi del Cub Toscana Trasporti – affermano – ricordiamo che i bus non vanno sulle piattaforme né sulle mitologie, ma che i bus devono circolare puliti, sicuri ed efficienti, i costi dei biglietti e gli aumenti devono andare di pari passo con il servizio che viene dato. Allo stato attuale tutti gli utenti dovrebbero viaggiare gratis visto i servizi scadenti e come la stampa e le testimonianze degli stessi utenti ci raccontano della realtà. Ribadiamo ciò che già in passato abbiamo detto, cioè che ogni autista prima di prendere il servizio cominci a fare una preghiera prima di intraprendere il servizio ogni mattina e che con grande impegno e serietà cercano i tutti i modi di portare a compimento il proprio servizio. Lo stesso auspicio che quotidianamente si ritrovano a ripetere tutti gli utenti e studenti giustamente infuriati per un servizio scadente e costi degli abbonamenti che puntualmente vengono aumentati dalla regione e dai comuni come quando, allo stesso modo, la società autostrade ogni anno fa trovare agli automobilisti gli aumenti del pedaggio per percorrere le autostrade, di cui poi crollano i ponti. Il trasporto pubblico, che per anni e anche oggi ha fatto da pozzo per attirare voti ad ogni tornata elettorale, e che puntualmente viene come ogni cosa abbandonato a se stesso ad elezioni passate. La Cub trasporti continua a puntare il dito sulla maggioranza dei comuni che per anni hanno raccontato che la privatizzazione e la nascita delle società partecipate siano un bene per il trasporto pubblico perché, a detta della politica, questa era la chiave di svolta del trasporto pubblico per renderlo efficiente per salvare anche i posti di lavoro, insomma da anni vanno in scena le stesse tragicomiche scene di un film già visto».

«Adesso registriamo ciò che alla Cub ci è stato segnalato, ennesimo bus che prende fuoco, all’interno del deposito Massa, uno dei molteplici disservizi che ci vengono documentati dagli stessi cittadini con i quali la Cub ha preso contatto e con i quali abbiamo intenzione con i nostri legali di agire nelle sedi competenti. Ci rivolgeremo alla Regione e a tutte le opposizioni, chiederemo che il servizio del trasporto pubblico sia al servizio dei cittadini, che se si paga un aumento dei biglietti corrisponda ad un servizio efficiente».
Lunedì 10 settembre 2018 alle 12:55:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News