Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 22.23 del 18 Settembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Bombolette di gas contro il poliziotto: caos al carcere di Massa

Il sindacato di polizia penitenziaria: «Da quando ci sono vigilanza dinamica e regime aperto sono cresciuti gli eventi critici, le evasioni, le aggressioni, le risse, i tentati suicidi, gli atti di autolesionismo»

COLPITO AL VISO
Bombolette di gas contro il poliziotto: caos al carcere di Massa
Massa - Continua il "tiro al bersaglio" nei confronti del personale di polizia penitenziaria in servizio nelle carceri della Toscana. A darne notizia è Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria (Sappe), che ricostruisce quel che è avvenuto nel carcere di Massa nelle ultime ore: “Nella serata di lunedì, l’agente di polizia penitenziaria di servizio ha scorto un detenuto extracomunitario all’interno della cabina telefonica e lo invitava a tornare in cella. Questi ha prima insultato e minacciato il collega e l’ha poi colpito, lanciandogli contro due bombolette di gas con il chiaro intento di ferirlo. E con una lo ha colpito al viso. Solamente il tempestivo intervento degli altri colleghi ha impedito più gravi conseguenze. Questo è l’ultimo episodio di un crescendo di intolleranza verso la Polizia Penitenziaria della Toscana”.

Capece esprime solidarietà e parole di apprezzamento per la professionalità, dei poliziotti penitenziari di Massa e della Toscana: “È solamente grazie ai poliziotti penitenziari, gli eroi silenziosi del quotidiano a cui va il ringraziamento del Sappe per quello che fanno ogni giorno, se le carceri reggono alle costanti criticità penitenziarie. Contiamo ogni giorno gravi eventi critici nelle carceri italiane, episodi che vengono incomprensibilmente sottovalutati dall’amministrazione penitenziaria. Da quando sono stati introdotti nelle carceri vigilanza dinamica e regime penitenziario aperto sono decuplicati eventi gli eventi critici in carcere”.

È senza appello la denuncia del Sappe: “Il sistema penitenziario, per adulti e minori, si sta sgretolando ogni giorno di più. Il sistema delle carceri non regge più, è farraginoso, e i costanti e continui eventi critici ne sono la più evidente dimostrazione. Da quando ci sono vigilanza dinamica e regime penitenziario aperto sono cresciuti gli eventi critici, le evasioni, le aggressioni, le risse, i tentati suicidi, gli atti di autolesionismo. Serve un netto cambio di passo nella gestione delle carceri, che punti più sulla sicurezza delle strutture detentive e di quanti in esse lavorano in prima linea, ossia gli appartenenti alla Polizia Penitenziaria”.
Mercoledì 12 settembre 2018 alle 12:49:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News