Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 17.18 del 19 Aprile 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Asmiu, i candidati super esperti sbaragliati da Porzano

Spuntano i curricula di chi si candidò per il ruolo di amministratore unico della partecipata del Comune di Massa

persiani: massima fiducia
Asmiu, i candidati super esperti sbaragliati da Porzano
Massa - Due vite che si incontrano in un bando. Due curricula che raccontano storie diverse, con esperienze professionali differenti, ma che puntano allo stesso obiettivo: un posto da amministratore unico di Asmiu, l’azienda municipalizzata del Comune di Massa che si occupa di igiene urbana. Un sogno che per qualcuno è diventato realtà. L’esito di quel bando è infatti stato reso noto, il 25 settembre è riportato dalla stampa locale: Lorenzo Porzano nuovo responsabile dell’azienda di rifiuti.

Ma a qualche mese di distanza spuntano i curricula di altri aspiranti responsabili che hanno partecipato al bando del Comune di Massa nell’estate 2018. Per l’adesione il Comune sottolineava che “i candidati debbono possedere professionalità e competenze adeguate alle specifiche caratteristiche della carica da ricoprire. I parametri di valutazione sono rappresentati da studi compiuti ed esperienze professionali maturate, per funzioni svolte presso aziende pubbliche o private attinenti alla carica da ricoprire. Tali requisiti devono essere comprovati da specifico curriculum”.

Ed ecco i tanti curricula. In molti hanno provato a trovare posto nell’azienda, fra loro volti noti e meno noti. Fra quegli “estratti di vita" c’è anche chi ha avuto davvero molta esperienza nel campo dei rifiuti, a 360 gradi. È il caso di Raphael Rossi, italo-francese di 45 anni da ormai vent’anni operativo nel settore. Rossi ha progettato sistemi di raccolta differenziata porta a porta in città come Trento, Bari, Roma, Napoli e Parma. E’ stato amministratore delle aziende di gestione rifiuti a Torino, Napoli, Reggio Calabria, Parma, Reggio Emilia e Piacenza. Membro di numerosi comitati scientifici tra cui quello Rifiuti Zero di Capannori, è promotore di un movimento di cittadinanza attiva su scala nazionale per la diffusione della cultura etica nella pubblica amministrazione che ha sede in un locale confiscato alle mafie. Un curriculum decisamente notevole.

Altro curriculum interessante è quello di Claudio Tedeschi, classe 1958. Agli inizi degli anni ‘90 consegue una laurea in scienze politiche ad indirizzo amministrativo, nel ’98 un master in diritto dei beni culturali e ambientali, nel 2001 un master in management della cultura e dell’ambiente.

Anni di studio e di riconoscimenti che niente hanno potuto di fronte alla candidatura di Lorenzo Porzano, che sbaraglia la concorrenza e ottiene il posto di amministratore unico della municipalizzata. L'esperienza più attinente al settore dei rifiuti è un progetto nelle scuole realizzato dal 1997 al 2001 con una no profit che si occupava di sensibilizzare i bambini sulla raccolta differenziata. Poi qualche anno trascorso ad amministrare alcuni condomini. Il suo curriculum certo non presenta le stesse qualifiche dei due sopra citati, ma come più volte sottolineato dal sindaco in persona, per lui massima fiducia: “Lorenzo Porzano – scrisse il sindaco al momento della nomina - seppur conscio del gravoso e impegnativo compito che si assume, mi ha assicurato che lo svolgerà, oltre che con le doti e l’esperienza espresse nel suo curriculum, con grande passione e nell’esclusivo interesse della città. Egli, come del resto noi tutti, sa bene quanto il servizio di raccolta rifiuti e di pulizia in generale vadano migliorati ed efficientati, perché tutti noi desideriamo vivere in una città pulita e decorosa”.
Martedì 5 febbraio 2019 alle 14:44:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News