Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 08.09 del 16 Ottobre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Arrestato attivista italiano in Turchia

E' Gianfranco Castellotti, veterinario massese. Era a Istanbul per seguire il processo al gruppo musicale Grup Yorum

Arrestato attivista italiano in Turchia
Massa - Sono le 11 di mattina italiane quando la polizia turca irrompe nel centro culturale Idil a Okmeydani, il quartiere popolare di Istanbul, puntando le pistole al volto e urlando ad alcuni musicisti e artisti di stare fermi. Il gruppo si era riunito lì per suonare e parlare di politica. Subito dopo vengono caricati tutti sui blindati e trascinati al commissariato di polizia di Ferikoy, in stato di fermo. Tra loro c’è anche Gianfranco Castellotti, veterinario di 53 anni di Massa, nativo francese ma vive e lavora nella provincia apuana, militante dell’Anti-imperialist Front Italia. E' stato più volte in Turchia come osservatore nei processi di chi si trova in carcere senza un motivo, e ad oggi la situazione si è ribaltata.

Cstellotti era arrivato da qualche giorno ad Istanbul per seguire, come osservatore, il processo a carico dei Grup Yorum, gruppo musicale turco accusato di terrorismo per aver decantato troppe volte la libertà contro il governo di Erdogan. E' per questo che rischia, lui come gli altri fermati, un'accusa di terrorismo. Un'esperienza simile era successa anche al senza un perché del regista lucchese Gabriele Del Grande, il quale rimase in uno stato di fermo per ben 15 giorni.

Si è subito mossa la Farnesina. A quanto si apprende alla compagna dell’uomo sarebbe stato confermato che per la polizia Castellotti non è formalmente ancora accusato di niente e che è solo loro ospite. Secondo l’avvocato turco, invece, c'è ben altro cioè che, benché non sia stata ancora formulata un’accusa a suo carico, "Gianfranco in serata (giovedì 4, ndr) verrà trasferito in carcere e vi rimarrà almeno fino a lunedì quando si terrà l’udienza". A questo punto sono due le opzioni possibili: o il foglio di via, senza possibilità di ritorno in Turchia, o l’arresto.
Venerdì 5 ottobre 2018 alle 11:27:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




VIDEOGALLERY

-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News