Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 19.49 del 21 Gennaio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Quel parcheggio frutto di una promessa elettorale». È scontro maggioranza-opposizione

Il comitato "Abbandonati da tutti" ha inviato una lettera in Regione contro l'area che dovrebbe sorgere in via Massa Avenza. La replica di Forza Italia

sosta per 47 camion
«Quel parcheggio frutto di una promessa elettorale». È scontro maggioranza-opposizione
Massa - Sulla carta il progetto di un maxi parcheggio per 47 tir dovrebbe essere immediatamente eseguibile. La delibera di Consiglio dello scorso novembre è chiara: sorgerà un’area di sosta in via Massa Avenza. Ma qualcosa non torna. Secondo alcuni consiglieri comunali il piano è in contrasto con gli strumenti urbanistici che al momento sono nella mani della Regione Toscana. E circa 700 cittadini quel parcheggio, finanziato dal gruppo Grendi società di trasporti marittimi, non lo vogliono. Si sono riuniti in un comitato chiamato “Abbandonati da tutti”, quei cittadini, e sostenuti dai consiglieri comunali Luana Mencarelli e Paolo Menchini (M5S), Stefano Alberti e Carioli Gabriele (Pd), Agostino Incoronato (Upc), Uilian Berti (Articolo 1 Mdp) e Elena Mosti (Volpi sindaco) continuano a dire “no” a quella colata di cemento. I consiglieri di minoranza, eccetto Alternativa Civica, hanno raccolto l’appello degli “Abbandonati da tutti” e hanno spedito in Regione una lettera all'attenzione degli assessori Vincenzo Ceccarelli e Federica Fratoni.

Si pronuncia a favore del parcheggio, invece, la triade del gruppo consiliare di Forza Italia: i consiglieri Giovanbattista Ronchieri e Sergio Bordigoni e la punta del partito azzurro locale Stefano Benedetti, presidente del Consiglio comunale. Attraverso una nota i tre replicano alle «critiche sollevate in modo demagogico e strumentale da gruppi di ex amministratori di centro sinistra, che evidentemente non hanno ancora perso il vizio di prendere in giro i cittadini».

A presentare il documento che riporta le voci contrarie al parcheggio il presidente del comitato cittadino Gino Cristiani e la segretaria Bruna Borghini, Elena Cordoni e l’ex consigliere Fabrizio Brizzi che ha definito il progetto «una promessa della campagna elettorale». Per Stefano Alberti la delibera dello scorso novembre ha significato «il non rispetto istituzionale e il non rispetto della volontà popolare». E nel documento illustrano le criticità sollevate dai residenti di via Massa Avenza.

“I sottoelencati consiglieri comunali del Comune di Massa sono a richiedere un incontro urgente con codesti assessorati in merito alla decisione presa da parte dell’amministrazione comunale di Massa per realizzare un'area di sosta di mezzi pesanti in zona industriale in Via Massa Avenza. Questa decisione secondo gli scriventi è in contrasto con gli strumenti urbanistici della città oltre che ad essere un opera non voluta da centinaia e centinaia di residenti. Le abitazioni di questi cittadini, infatti, sono strette a monte tra Via Massa Avenza che conduce al casello autostradale della città di Massa ed il cui traffico è notevolmente aumentato dopo l’apertura del nuovo ospedale apuano in Via Mattei ed a valle dall'autostrada. Questi cittadini sono già vittime del rumore, dello smog e dei pericoli provocati dall'incessante passaggio delle auto e camion ed invece di migliorare, attenuare questi disagi l’amministrazione decide di collocare un parcheggio di 47 stalli per mezzi pesanti nell'area sopraelevata prospiciente alle loro case”.

“Il Regolamento Urbanistico in visione presso i vostri uffici per la conferenza dei servizi – si legge nel documento - ha disposto la collocazione di tale parcheggio in via Martiri di Cefalonia a pochi decine di metri di distanza, in un area anch'essa pubblica, destinata già a parcheggi, mentre nell'area prospiciente via Massa Avenza é stata prevista un'area di sosta a servizio dei residenti con annessa area verde. Tale soluzione fu avanzata dai residenti che responsabilmente si sono fatti carico di tale esigenza. Nei giorni scorsi (25 ottobre 2018), in modo improvviso e senza nessuna urgenza e senza nessun coinvolgimento dei cittadini, la giunta comunale decide in modo diverso da quanto previsto dal regolamento urbanistico, modifica le decisioni già prese, approva un progetto alternativo già contestato dai cittadini e lo porta in consiglio il 6 novembre 2018, inserendolo nel piano delle opere triennali addirittura con formula di “immediata eseguibilità” senza nessuna spiegazione, come invece sarebbe previsto anche dalla sentenza Tar piemonte 260/14 che afferma che una decisione di tal tipo dovrebbe essere circostanziata ed esplicata con dovizia di particolari. Particolari che sono stati invece evitati, e con tale decisione si intende superare il Regolamento Urbanistico approvato nel mese di Agosto e che è stato inviato ai vostri uffici per la Conferenza dei servizi”. Adeguamento idraulico, regolamento del verde, mancanza nel progetto di riferimenti ai servizi che il parcheggio ospiterà. L’opposizione chiama in causa la Regione per un incontro urgente.

Stefano Benedetti si sveste invece del ruolo super partes di presidente del consiglio e scrive con i due forzisti che “il progetto sta andando avanti come voluto espressamente dal consiglio comunale che lo ha approvato e che sarà strategico per l'intera zona sotto tutti i punti di vista”. E aggiunge che per via Martiri di Cefalonia, area che i cittadini di via Massa Avenza proponevano come alternativa a quella stabilita per il parcheggio, è in cantiere un altro destino: la nascita di un canile comunale.

“(L’opera, ndc) non porterà nessun impatto ambientale e la zona sarà riqualificata e messa in sicurezza per quanto riguarda la viabilità. Sarà realizzata a costo zero – scrivono i forzisti - e comporterà anche la manutenzione stradale necessaria per il passaggio giornaliero dei camion, alcuni dei quali solo in transito verso il porto di Marina di Carrara. Questo progetto di riqualificazione precede tutta una serie di interventi di miglioria viaria, tra cui quello dell'incrocio di via Massa Avenza-via Ricortola, richiesto a più voci dai cittadini soprattutto per una questione di pericolo. Nel merito, la proposta del nostro gruppo consiliare è quella di realizzare nell'area attigua di via Martiri di Cefalonia il nuovo canile comunale e sanitario con annessa pensione per cani”. I lavori in via Massa Avenza non sono ancora iniziati. E tutto lascia intendere che di quel parcheggio si discuterà ancora.
Giovedì 3 gennaio 2019 alle 18:39:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News