Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 15.40 del 14 Luglio 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Nelle scuole pretendiamo investimenti e sicurezza. Basta (d)istruzione» | Foto | Video

Questa mattina 1500 persone sono scese in piazza per chiedere alle istituzioni risorse da destinare alle scuole

il corteo
«Nelle scuole pretendiamo investimenti e sicurezza. Basta (d)istruzione»<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/fotogallery/-vogliamo-scuole-sicure-in-1500-in-piazza-a-massa-716_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Foto</a></span><span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/videogallery/manifestazione-studenti-a-massa-parla-il-presidente-della-provincia-lorenzetti-357.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Video</a></span>
Massa - Stamani, a Massa, circa 1500 studenti sono scesi in piazza per chiedere risorse per le loro scuole. La manifestazione, rigorosamente senza bandiere di partito, è stata indetta dai rappresentanti d'istituto di ogni singola scuola a seguito del crollo del soffitto al liceo Pascoli dello scorso otto gennaio. Quella mattina la campanella dell'intervallo non è mai suonata nell'edificio di viale Stazione. E nel giro di qualche ora, le immagini dei calcinacci caduti a terra dal tetto all'interno della classe 3ª b hanno fatto il giro d'Italia.

Con il pensiero a quella foto, questa mattina gli studenti e le studentesse hanno sfilato in corteo. Partenza da piazza Garibaldi alle 9 per poi attraversare via Pascoli, viale Europa, via delle Mura Nord, via Dante e arrivare in piazza Aranci. Lì la manifestazione si è divisa. Alcuni studenti sono entrati a palazzo Ducale, altri sono rimasti in piazza ad esibire i loro cartelloni: "State rubando i nostri sogni, saremo i vostri incubi"; "Vogliamo la scuola sicura, come il sesso"; "Pretendiamo la nostra sicurezza"; "Mentre lo Stato intasca la nostra scuola casca"; "Questa non è scuola"; "Stop (D)istruzione".

Muniti di caschetti anche alcuni genitori che si sono uniti nel Comitato genitori alunni del Pascoli e hanno partecipato all'incontro a palazzo Ducale. Provocatoria l'iniziativa dell'associazione Trentuno Settembre di realizzare a terra delle sagome di fronte alle scuole a simboleggiare le morte della cultura. Ma anche per sottolineare il rischio corso l'otto gennaio dagli studenti del Pascoli. A sfilare c'era anche il presidente della provincia di Massa Carrara Gianni Lorenzetti, molto apprezzato tra i manifestanti che hanno inoltre intonato un coro da stadio: "Lorenzetti uno di noi".
Venerdì 17 gennaio 2020 alle 19:07:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fotogallery

Video

17/01/2020 - Manifestazione studenti a Massa, parla il presidente della Provincia Lorenzetti



Notizie Massa Carrara




-


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News