Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 17.18 del 19 Aprile 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Gli orti urbani al Monte di Pasta sono un fallimento conclamato»

Italia Nostra commenta il progetto realizzato nel centro di Massa e in stato di abbandono: «Meglio ubicare queste iniziativa al Pomario Ducale»

i nodi della città
«Gli orti urbani al Monte di Pasta sono un fallimento conclamato»
Massa - "Il fallimento del progetto degli “orti urbani” nel monte di Pasta è ormai conclamato ed evidente a tutta la città e anche noi che con sommo dispiacere ne prendiamo atto nella speranza che non venga abbandonata la proposta che riteniamo effettivamente valida, tra l’altro ricordiamo che è stata proprio Italia Nostra a far partire il progetto degli orti urbani a Milano nel famoso “Parco in Città”. Ma perché tutto funzioni bisogna cercare e individuare zone adatte allo scopo che devono avere alcune caratteristiche essenziali: essere vicino al centro, in pianura e facilmente accessibili, cosa che non é avvenuta con la scelta del monte di Pasta". Italia Nostra critica il progetto realizzato dall'amministrazione Volpi di una serie di orti urbani sul Monte di Pasta. Cofinanziato dalla Regione Toscana con circa 70mila euro e dal Comune di Massa con i restanti 20, solo 7 mesi fa è stato inaugurato. Ma l'ultimo bando è andato deserto e del destino dell'area non si sa molto.

"Parlando del Monte di Pasta invece cogliamo l’occasione per proporre la ricostruzione dell’antica torretta che serviva da avvistamento collegando i Castelli di Moneta, con il Castellaro del Monte Libero, il Castello Malaspina e il Castello Aghinolfi, questa torretta é presente in tutti i dipinti e le mappe dal ‘600 in poi".

"Inoltre la nostra Associazione ha iniziato a pubblicizzare un progetto per la ricostruzione dei “Parchi della memoria”, per questo ricordiamo che nella prima metà del ‘900 lungo la strada che porta alla cima del monte di Pasta vi erano moltissimi cipressi dedicati ognuno ad un caduto della prima guerra mondiale. Crediamo che sarebbe bello e giusto riattivare il progetto per riattivare anche la memoria persa".

Italia Nostra ricorda quanto scritto sul progetto nei mesi della sua inaugurazione: “Non possiamo certo essere contrari, anche perchè si tratta di un'opportunità importante per la migliore fruibilità e maggiore frequentazione dell'area, purtuttavia siamo costretti ad esternare alcuni dubbi e perplessità. L'area prescelta infatti (e ci pare sia stata prescelta senza alcun dibattito preventivo, né in consiglio comunale né altrove) è certo molto suggestiva, ma di difficile accesso e non siamo affatto sicuri che sia davvero appetibile agli ortisti e non è neppure così facilmente frequentabile dalle scuole".

"Molto meglio sarebbe stato, a nostro avviso, ubicare questa iniziative nel Pomario Ducale, in centro città con la presenza di molte scuole medie, elementari e superiori a due passi. Quello sarebbe stato davvero un orto urbano. Era anche l'occasione per ripulire dai rovi un giardino comunale e renderlo agibile, ammesso che all'Amministrazione Comunale davvero interessi recuperare quest'area di proprietà comunale su cui non è stato attivato alcuno straccio di progetto o neppure una minimale idea progettuale. Comunque avremo modo di verificare nei fatti se l'idea degli orti sul monte di Pasta funzionerà comunque, e sinceramente ce lo auguriamo, anche perché ci dispiacerebbe che ancora una volta soldi pubblici venissero sprecati. “
Venerdì 8 febbraio 2019 alle 16:31:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News