Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 14.43 del 18 Ottobre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Riaprono gli asili nido a Massa, «ma non per tutti» denunciano i genitori

Mamme e papà dei piccoli del "Cavalluccio Marino" evidenziano la situazione di incertezza e «disorganizzazione»

«abbandonati e trascurati»
Riaprono gli asili nido a Massa, «ma non per tutti» denunciano i genitori
Massa - Inizia il nido per i bambini e le bambine inserite nei nidi comunali di Massa «ma non per tutti» denunciano numerosi genitori del nido "Cavalluccio Marino" di Marina di Massa, nella sezione gestita dalla cooperativa, che hanno frequentato lo scorso anno educativo. I genitori sottolineano il disagio che lo stato attuale di «incertezza e disorganizzazione sta creando. I nidi riaprono oggi, ma non essendosi ancora chiusa la gara d'appalto per le educatrici della loro sezione, le famiglie che hanno bisogno dovranno affidare i bambini a educatrici di altre classi, che non li conoscono, senza che sia stata ipotizzata neppure un percorso di inserimento e le informazioni sono arrivate in modo confuso e frammentato dalle telefonate che alcune mamme hanno deciso di fare, senza che l'ufficio le avesse informate tutte direttamente e chiaramente».

«Ci sentiamo abbandonati e trascurati – fanno sapere – i bisogni dei nostri figli e delle famiglie che lavorano, per cui il nido è essenziale, non potendo contare sui nonni, sono completamente ignorati. Viene data più importanza a gare ed appalti che ai nostri figli e figlie. Il bando è scaduto il 30 giugno, il tempo per la nuova gara c'era. A oggi oltre a questa settimana cosi mal gestita non sappiamo neanche se i bambini potranno avere le stesse educatrici con cui abbiamo costruito ottimi rapporti».

Sull'argomento interviene anche il collettivo Massa Città in Comune. Riportiamo di seguito.
Confusione e incertezza per le bambine e i bambini e le loro famiglie inseriti nei nidi comunali il cui servizio è affidato a soggetti terzi, ovvero la sezione Primavera della Giostra di Ortola e le due sezioni del Cavalluccio Marino di via Casamicciola.
Massa Città in Comune si fa portavoce del disagio delle famiglie che utilizzano i servizi degli asili comunali e denunciando quello che sta accadendo vuole mettere in evidenza quanto la gestione degli asili meriti una riflessione approfondita che rimetta al centro la valenza pubblica della funzione pedagogica di questi presidi.
Nella prima metà di agosto è stata pubblicata dal Comune di Massa la domanda di manifestazione di interesse rivolta ai soggetti che intendessero gestire tale servizio, alla quale hanno risposto sette operatori che dal 26 agosto avevano tre giorni di tempo per presentare la propria offerta. Venerdì 30 agosto è stata nominata la commissione giudicatrice. Tempi tutt’altro che adeguati e rispondenti ai reali bisogni delle famiglie, se si considera l'inizio dei servizi educativi individuato per il 2 settembre e, ad oggi, l’incertezza per la data della presa di servizio della cooperativa alla quale quest’anno sarà affidata la gestione, poiché ancora non è stata neanche resa pubblica la data di riunione della commissione che provvederà alla valutazione delle offerte presentate.
Ad oggi non sono arrivate risposte univoche rispetto alla gestione della prima settimana ed, in generale, del servizio.
La prima settimana di nido al Cavalluccio Marino pare sarà gestita dalle educatrici dipendenti comunali presenti nelle altre sezioni dei plessi, informazione reperita in modo frastagliato e poco chiaro, attraverso telefonate effettuate dalle famiglie al nido e all’ufficio preposto, che neppure di sua iniziativa si è preoccupato di contattare gli e le utenti coinvolte per avvisarli della situazione.
Evidente il disagio sia nel momento dell’inserimento, quando alcune famiglie si erano già organizzate per tempi di reinserimento dei semidivezzi dalla prima settimana, sia per la totale incertezza rispetto alla continuità educativa che, in un momento così delicato dello sviluppo pare fondamentale per garantire un efficace e sereno inserimento, accanto all'evidente soddisfazione per le capacità del personale impiegato e per le modalità organizzative della precedente gestione.


(foto: repertorio)
Lunedì 2 settembre 2019 alle 07:01:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-

FOTOGALLERY



























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News