LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Nuovo palazzo Erp di via Pisacane, pubblicato il bando di gara per i lavori

"Si tratta di un primo lotto per la realizzazione dei 31 alloggi di edilizia popolare destinati agli inquilini Erp, che saranno realizzati con un iniziale finanziamento di 3 milioni e 430mila euro".

Nuovo palazzo Erp di via Pisacane, pubblicato il bando di gara per i lavori
Massa - "Il nuovo palazzo Erp di via Pisacane sta per diventare realtà: il 18 ottobre la giunta comunale ha approvato la delibera per la realizzazione del nuovo immobile di edilizia popolare e, nel frattempo, è stato pubblicato il bando per la gara che affiderà l'appalto per la sua costruzione.

"Grazie alla collaborazione di Comune, Erp e Regione Toscana, siamo riusciti a superare difficoltà burocratiche ed economiche – analizza in una nota l'amministrazione comunale - e a raggiungere un accordo che permetterà di eliminare una situazione sociale molto difficile aggravata dalla comprensibile paura di vivere in una struttura fatiscente e non più adeguata alle normative e alle esigenze attuali".

Dopo tanti rinvii e tante difficoltà, quindi, si entra ufficialmente nella fase finale dell'iter burocratico iniziato sin dall'inizio del mandato della giunta guidata dal sindaco Alessandro Volpi, dopo che furono scoperte le vulnerabilità sismiche del vecchio palazzo popolare. Il progetto del nuovo "Pisacane" è stato realizzato d Erp e il via libera è arrivato pochi giorni fa in giunta quando il vice sindaco Uilian Berti e il dirigente Ing. Fernando Della Pina, responsabile del procedimento, hanno portato l'esecutivo al vaglio dell'amministrazione.

"Si tratta di un primo lotto – prosegue l'amministrazione – per la realizzazione dei 31 alloggi di edilizia popolare destinati agli inquilini Erp, che saranno realizzati con un iniziale finanziamento di 3 milioni e 430mila euro. Nel frattempo sta proseguendo anche la definizione del percorso di realizzazione dell'immobile destinato ai proprietari, ossia coloro che hanno acquistato i vecchi alloggi popolari nel palazzo di via Pisacane, che sono 19. I due immobili, infatti, quello per gli attuali inquilini Erp, e quello per i proprietari, sono legati nella sostanza dalla variante urbanistica, approvata dal Consiglio Comunale a luglio del 2015 e sono parti di un progetto unitario che ha due tempi di realizzazione, suddivisi per ragioni strutturali, in due blocchi denominati A e B, ciascuno dotato di ingresso e corpo scale indipendente".

Con la gara pubblicata e il permesso a costruire approvato dalla giunta, è soltanto questione di tempo prima che aprano ufficialmente i cantieri, con tutta probabilità fra la fine dell'anno e l'inizio del 2018. I dettagli progettuali sono inoltre ben definiti. Il Nuovo Pisacane sarà un palazzo moderno e sicuro: "Il fabbricato è costituito da sei livelli fuori terra (dal piano terra rialzato al piano quinto), oltre a un piano seminterrato adibito a cantine – sottolinea poi la nota dell'amministrazione -. La struttura sarà in calcestruzzo armato con solai di tipo predalles, con sistemi di alleggerimento in polistirene espanso finalizzati ad implementare il funzionamento energetico dell'edificio; le pareti perimetrali del piano seminterrato seminterrato saranno in calcestruzzo armato, mentre ai piani superiori è previsto un telaio in calcestruzzo armato con tamponamenti a secco. Gli infissi saranno in pvc monoblocco con rotolante incassato. La copertura sarà piana, opportunamente coibentata e impermeabilizzata, e avrà accesso dai due vani scala condominiali. La corsa degli ascensori invece si svilupperà dal piano seminterrato al piano quinto".

Nulla sarà lasciato al caso: "Ciascuna unità immobiliare è dotata di balcone esterno, provvisto di fioriera integrata, e di locale cantina al piano seminterrato, in pieno rispetto dei requisiti minimi richiesti per interventi di edilizia sovvenzionata. L'impianto di riscaldamento sarà centralizzato e le macchine saranno collocate in copertura. Quest'ultima ospiterà inoltre pannelli solari termici e fotovoltaici per la produzione di acqua calda sanitaria e di energia da fonte rinnovabile. Si tratta dunque di un impegno importante che il Comune ha seguito per le sue competenze – conclude la nota - e che si avvia ad un felice risoluzione".
Lunedì 23 ottobre 2017 alle 17:42:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




FOTOGALLERY



VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News