LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Nicola Martinucci, responsabile territoriale della Lega, interviene in merito alla nuova frana a Canevara sulla Provinciale 5.

"Ennesima frana a Canevara. I cittadini fatti, non più promesse"

Nicola Martinucci, responsabile territoriale della Lega, interviene in merito alla nuova frana a Canevara sulla Provinciale 5.
Massa - "In questi giorni i residenti e i commercianti di Canevara e delle frazioni montane sovrastanti si ritrovano per l'ennesima volta in una situazione di disagio a causa della chiusura della strada Provinciale 5 per colpa di una nuova frana - dichiara Martinucci - Quello che capiamo è che i lavori che verranno fatti saranno solo di contenimento, quello che ci chiediamo è quale sia l'effettiva gravità del danno che incombe sulla strada".

"È dal 2012 che in quella zona occasionalmente si verificano nuovi smottamenti e che l'amministrazione provvede con soluzioni tampone invece che risolvere il problema alla radice con lavori strutturali: i cittadini non ce la fanno più a sopportare questo enorme disagio. Gli abitanti si ritrovano quasi isolati, costretti a percorrere lunghe e impervie strade alternative per arrivare a valle per recarsi a lavoro e i commercianti sono con l'acqua alla gola per le conseguenze economiche negative che ricadono sulle proprie attività, dovute alla chiusura della viabilità: sappiamo che alcuni di loro hanno ripetutamente scritto al Sindaco segnalando questo problema ma ad oggi ancora non hanno ricevuto risposta -ha continuato il responsabile territoriale della Lega - La strada e i lavori sono di competenza della Provincia, è vero, che deve intervenire tempestivamente ma l'amministrazione comunale dovrebbe preoccuparsi affinchè questa sistemi la frana e riapra la strada definitivamente
senza che gli abitanti, oramai esausti, debbano avere ancora la preoccupazione delle conseguenze di un nuovo smottamento"
.

"Un sindaco solerte, efficiente, che ha a cuore il proprio territorio lo avrebbe già fatto da tempo e non avrebbe lasciato i propri cittadini abbandonati a se stessi come è stato fatto in questi ultimi anni - continua- La montagna massese è quasi del tutto stata dimenticata, il rischio idrogeologico è alto, ma i lavori manutentivi non vengono mai fatti adeguatamente, nè quelli ordinari nè quelli straordinari: in questo caso c'è il grosso pericolo che il fango e i detriti che fuoriescono dalla frana possano occludere il letto del fiume generando danni ancora più gravi a cose e persone durante la prossima pioggia intensa. Chiediamo dunque di sapere quanto sia grave il danno che incombe sulla strada. Chiediamo inoltre al Sindaco che si attivi per far modificare gli orari di riapertura della viabilità perché la fascia oraria di chiusura è impeditiva per gli abitanti e per i commercianti, considerando che gli orari di chiusura delle proprie attività lavorative vanno spesso ben oltre le 17. Infine sollecitiamo l'amministrazione comunale affinchè si attivi per spronare la Provincia ad eseguire definitivamente i lavori manutentivi della zona per evitare ulteriori disagi"
Martedì 24 aprile 2018 alle 18:33:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News