Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 10.02 del 17 Agosto 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Il Noa spegne due candeline, ecco il bilancio

Numeri importanti per il Nuovo Ospedale Apuano, ma "Si può migliorare sempre di più" hanno affermato i primari"

Il Noa spegne due candeline, ecco il bilancio
Massa - Il Nuovo Ospedale Apuano, unico dell’Asl Toscana nord ovest, costruito all'insegna dell'efficacia, funzionalità, comfort e sicurezza con la formula del project financing, festeggia il suo secondo compleanno. È una struttura organizzata per intensità di cura, per offrire risposte personalizzate ai diversi bisogni di cura e assistenza del paziente, e studiata per affrontare patologie acute e complesse.

Nella logica di rete e nell’ottica di garantire una maggiore tecnologia e casistica nell’area nord (Massa – Lucca – Versilia) sono stati costruiti tre poli specifici: a Massa l’anatomia patologica, a Lucca la microbiologia e in Versilia la citologia. Il Noa, in particolare, gode di 401 posti letto totali, 15 sale operatorie, 4 sale travaglio e 3 sale parto. Nel 2017 ben 60 mila sono stati gli accessi al pronto soccorso, circa 16 mila i ricoveri ordinari e 2 mila in day hospital. Sempre nello stesso anno sono stati effettuati più di 14 mila interventi chirurgici, inoltre sono stati ricoperti tutti i primariati vacanti e strategici, e sono in corso le procedure per la nomina del primario di neuropsichiatria infantile e del primario di medicina trasfusionale.

Molte sono state le polemiche, come i casi più recenti sulle infezioni e le salme che sono state collocate nel periodo natalizio a causa della chiusura dei uffici comunali, ma una cosa di cui l’intero ospedale si vanta è il fatto di non aver attuato il piano di sovraffollamento durante il picco influenzale tipico della stagione, che di solito parte dal 20 dicembre fino al 28 febbraio. Gli accessi totali nel mese di gennaio 2018 sono stati 3580, con una media di 155 casi al giorno, 417 di questi pazienti sono ricoverati ma nessuno di loro ha atteso più di sedici ore per poter accedere al reparto di medicina. “Il nostro punto di forza in casi come questi è il triage del pronto soccorso che collabora strettamente con tutti i reparti dell’ospedale – ha dichiarato il Dottor Alberto Conti, capo area emergenza – Abbiamo, inoltre, attivato un percorso in cui ogni ora il paziente ricoverato può entrare in contatto con il parente o l’amico che lo ha portato al pronto soccorso, così da rassicurare entrambe le parti anche attraverso un display nella sala d’attesa che informa a quali procedure viene sottoposto”.
Giovedì 25 gennaio 2018 alle 17:33:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News