Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 21.40 del 16 Luglio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Guerra ai furbetti dei rifiuti: a Massa vietato scaricare per i non residenti

Lo ha deciso un'ordinanza del sindaco Persiani: «Questa situazione determina gravi condizioni di degrado igienico-sanitario»

multe fino a 500 euro
Guerra ai furbetti dei rifiuti: a Massa vietato scaricare per i non residenti
Massa - Vietato scaricare rifiuti nei cassonetti di Massa per i cittadini non residenti. L’ha deciso il sindaco Francesco Persiani con un’ordinanza firmata oggi che dichiara guerra ai furbetti della spazzatura per cercare di limitare lo scarico di rifiuti nelle isole ecologiche da parte soprattutto dei cittadini dei comuni confinanti come Carrara e Montignoso. Nei mesi scorsi più volte l’amministratore unico di Asmiu Lorenzo Porzano aveva denunciato questi comportamenti da parte di cittadini provenienti dalle città limitrofe.

«Si è registrato nel territorio comunale di Massa – è scritto nell’ordinanza del primo cittadino – un anomalo incremento nel conferimento di rifiuti solidi urbani nei cassonetti stradali ubicati sui confini con i comuni limitrofi, in particolare dove gli sono stati rimossi a seguito dell’attivazione del sistema di raccolta cosiddetta “porta a porta”». Questo, secondo Persiani, ha determinato «l’esaurimento in tempi più brevi della capacità dei contenitori presenti nel territorio comunale con la conseguenza che gli stessi vengono depositati fuori dagli stessi». Inoltre, ha aggiunto, «questa situazione determina gravi condizioni di degrado igienico-sanitario dovuto all’accumulo di rifiuti, aggiuntivi e non previsti».

Per questi motivi «è fatto divieto – ha ordinato il sindaco – per tutti coloro che non sono residenti nel Comune di Massa, di conferire, nel territorio comunale, rifiuti solidi urbani prodotti nel territorio di altri Comuni; il divieto non si applica a coloro i quali non sono residenti ma risultano domiciliati nel Comune di Massa per motivi di studio/lavoro o che si trovano temporaneamente nel territorio comunale per motivi turistici o in casi a questi assimilabili, dovendo a riguardo, nel caso, essere fornita adeguata comprova da parte di chi conferisce; la presente ordinanza ha efficacia sino all’approvazione dell’aggiornamento del Regolamento di Polizia urbana e comunque fino alla data del 30 settembre 2019». Per i trasgressori è prevista una sanzione dai 25 ai 500 euro.
Mercoledì 24 aprile 2019 alle 22:34:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News