Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Ecco "DifferApp", per segnalare il degrado e separare correttamente i rifiuti

Presentata l'applicazione di Asmiu per conoscere orari di conferimento e segnalare situazioni di abbandono. Porzano: «Scaricatela!»

Raccolta differenziata
Ecco `DifferApp`, per segnalare il degrado e separare correttamente i rifiuti
Massa - Fare la raccolta differenziata sarà più semplice con l'attivazione di DifferApp, la nuova applicazione per smartphone ideata da Asmiu per aiutare gli utenti nell'arduo compito di separare correttamente i rifiuti. Con DifferApp sarà possibile sapere esattamente qual è il cassonetto giusto in cui buttare uno specifico oggetto, restare informati sugli orari di conferimento giornalieri e segnalare eventuali situazioni di degrado in città. Tramite l'applicazione il dialogo con Asmiu sarà immediato e potranno essere comunicati abbandoni di rifiuti ingombranti ed eventuali variazioni di orario o di servizio di raccolta per ogni specifica zona.

L'applicazione si scarica nel giro di qualche minuto. Per accedere è necessario inserire Nome, Cognome e indirizzo mail. All'utente viene richiesto di specificare il proprio indirizzo di residenza così da ricevere informazioni legate al servizio di Porta Porta se attivo nel suo quartiere. Una volta effettuata la registrazione è possibile utilizzare l'app che offre, fra gli altri servizi, quello di prenotare un intervento della municipalizzata. A seguito della segnalazione viene attribuito un codice così da poter contare su traccia che informi sul percorso del rifiuto. Interessante anche la sezione "Rifiutario", una lunga lista di rifiuti particolari dei quali Asmiu illustra il corretto smaltimento. «È una app per stare al passo con i tempi – è intervenuto Lorenzo Porzano, amministratore unico dell'azienda - e per rispondere alle tante domande che mi fanno i cittadini, tipo: dove devo buttare questo oggetto?». La realizzazione dello strumento ha avuto un costo, cofinanziato con Ato, di circa 5 mila euro. «Invitiamo i cittadini a scaricare DifferApp – ha commentato l'assessora all'ambiente, Veronica Ravagli - così da non intasare i social di fotografie dei rifiuti»
Mercoledì 10 luglio 2019 alle 20:21:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News