Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 22.33 del 18 Giugno 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Parlamentari apuani: Bergamini la più "assenteista", Mallegni il più "ribelle"

I più presenti sono Laura Bottici (M5s) e Cosimo Ferri (Pd) con un tasso di presenze oltre il 90%.

i dati del 2018
Parlamentari apuani: Bergamini la più `assenteista`, Mallegni il più `ribelle`
Massa-Carrara - Il tema dell’assenteismo dei parlamentari è da sempre uno dei temi più “caldi” del dibattito politico. Come si sono comportati quindi deputati e senatori apuani nel corso del 2018? La loro presenza si conta sulle votazioni elettroniche che si svolgono negli emicicli di Camera e Senato dall'inizio della legislatura. Le presenze dunque non si riferiscono a tutte le possibili attività parlamentari, ma solo al totale delle presenze nelle votazioni elettroniche in aula. Con "assenza", quindi, si intendono i casi di non partecipazione al voto: sia quello in cui il parlamentare è fisicamente assente (e non in missione) sia quello in cui è presente ma non vota e non partecipa a determinare il numero legale nella votazione.

Secondo i dati, rilevati da Openpolis, la deputata più assenteista eletta nel collegio in cui è presente anche la provincia di Massa-Carrara è Deborah Bergamini di Forza Italia con il 37,80% di assenze (presenze 59,67%, missioni 2,53%). A seguire troviamo Martina Nardi (Pd) con il 23,23% (presenze 76,77%, missioni 0), al terzo posto Riccardo Ricciardi del Movimento 5 Stelle col 17,89% (presenze 82,11%, missioni 0) e infine Cosimo Maria Ferri, deputato lunigianese eletto però in altro collegio, con un assenteismo pari allo 0,47% (presenze 90,73%, missioni 8,81%).

Tra i senatori Massimo Mallegni (Fi) e Laura Bottici (M5s) il più assenteista e il più presenzialista corrispondono alla stessa persona: la Bottici, infatti, con il suo tasso di assenteismo del 7,69% e con il suo 92,26% di presenze si aggiudica entrambi i “premi”. Occorre sottolineare, però, che il senatore di origini pietrasantine era impegnato in alcune missioni (5,72%), per questo motivo le sue assenze risultano minori.

Sbirciando ancora tra i dati di Openpolis possiamo stilare una classifica anche dei parlamentari “più ribelli”, ovvero coloro che hanno espresso un voto diverso da quello del gruppo parlamentare a cui appartengono. Al primo posto troviamo il senatore di Forza Italia con 100 “voti ribelli”, al secondo posto invece Cosimo Maria Ferri del Partito Democratico per un totale di 6. Subito dopo Bottici e Bergamini rispettivamente con 5 e 3 "voti ribelli". Agli ultimi posti la Nardi e Ricciardi con un risultato pari a zero.
Giovedì 10 gennaio 2019 alle 15:16:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News